Renzi insiste e la minoranza PD può farlo cadere

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Sempre traballante la tenuta interna del PD, sempre in conflitto la minoranza, una trentina, e la maggioranza, e Renzi che, da comandante supremo, intrepido ed incurante di tutto e di tutti, va avanti per portare a termine le sue riforme costituzionali.

Ieri, in un’altra burrascosa riunione, i componenti della minoranza PD hanno lasciato la riunione protestando vivamente sulla decisione di Renzi di non volere apportare nessuna modifica al suo progetto di riforma del Senato. Scintille? Si sono già viste in altre occasioni ed alla fine si sono rivelate innocue per Renzi ed il suo governo. Renzi intanto, tra promesse di taglio delle tasse e miracoli economici, ha deciso di presentare il progetto di riforma così com’è all’esame dell’aula del Senato e, come in passato, la minoranza promette battaglia e minaccia di non votare o votare contro.

Ma cosa succederebbe nel caso la minoranza PD votasse contro Renzi? In Senato, senza l’appoggio della minoranza, Renzi può contare su 150 voti, pochi per vincere senza alleati imprevisti ed impensabili al momento, quindi a rischio di tonfo. Lo stesso Renzi, un po’ per scaramanzia, un po’ per minacciare chi non è d’accordo con lui, ha dichiarato che se la sua riforma del Senato non passa ci sarà solo una soluzione: elezioni anticipate. Ma chi, a parte l’opposizione, vuole la caduta del governo? Si ha l’impressione che in queste ore o giorni che precedono la votazione in Senato ci potrebbe essere un altro inciucio, una altro compromesso, che alla fine porterà i voti necessari a Renzi per fare passare la sua riforma.

A nostro modesto parere nessuno si assumerà l’onere e la responsabilità di fare cadere il governo Renzi ed il motivo è molto più banale di quello che sembra: la poltrona ed i ricchi compensi e privilegi. Molti degli attuali parlamentari, in caso di nuova elezioni, non sarebbero rieletti, un po’ per credibilità, un po’ per questioni anagrafiche e un po’ perche non entrerebbero nella lista degli eleggibili (la vendetta del PD verso i suoi figli infedeli…). Chi vuole realmente perdere la poltrona e tutto quello che ci sta sotto per il bene del Paese? A giorni ne sapremo di più: la telenovela PD e Renzi continua tra dispetti e minacce.

Share
Precedente Champions League: la Juventus in cerca di riscatto Successivo Violento terremoto in Cile