Marte: scoperte rovine antica civiltà?

Antiche rovine su Marte
Antiche rovine su Marte

Marte è sempre sotto osservazione, non solo dagli scienziati della NASA ma anche dai cosiddetti “cacciatori UFO”, cioè da quegli studiosi e fautori dell’esistenza di antiche civiltà interplanetarie, Marte in primis, che esaminano attentamente i minimi dettagli ingranditi di tutte le foto che il Rover Mars Curiosity invia a terra del suolo marziano alla ricerca di ogni dettaglio insolito.

Dopo l’annuncio della stessa NASA del ritrovamento di acqua liquida su Marte, cosa sempre ritenuta inverosimile, adesso particolari inquietanti di alcune foto inviate dalla sonda americana Rover Mars Curiosity fanno discutere, sia perché inspiegabilmente leggermente sfuocate in alcuni punti (che l’abbiano fatto apposta?), sia perché all’ingrandimento sembrerebbero apparire antiche rovine di edifici o statue che testimonierebbero una antica civiltà marziana distrutta chissà quando. Fantasie? Così sembra siano state etichettate da alcuni esponenti dell’Ente Spaziale americano. Ma l’ingrandimento di un particolare di una foto (allegata all’articolo) sembrerebbe dare ragione a chi crede di vedere antiche rovine sul Pianeta Rosso: Rush Limbaugh, una personalità radiofonica,  Scott C. Waring , blogger, e l’archivista WhatsUpInTheSky37 che ha un proprio canale Youtube.

Limbaugh ha predetto che la NASA si sarebbe presto riunita ai ricercatori di linea UFO nella convinzione che una civiltà antica sia esistita su Marte, o almeno che la NASA annuncerà pubblicamente questa esistenza, solo per annunciare successivamente la scoperta di un cimitero, dimostrando che una antica civiltà è esistita su Pianeta Rosso ed è stata spazzata via da un terribile  cambiamento climatico.

Ma questa non è l’unica anomalia sul suolo marziano scoperta dai “cacciatori UFO”, a gennaio era stata individuata una antica struttura che sembrava qualcosa di simile a un hangar o una capanna quonset. Waring ha descritto la scoperta come “una lunga struttura con gli angoli tagliati in maniera unica, che solo una specie intelligente potrebbe fare. Questa è un’eccellente  prova che la vita è esistita e può ancora esistere su Marte “. Ma se effettivamente esistono queste strutture e queste rovine sul  suolo marziano, perché la NASA ed i suoi scienziati ne negano l’esistenza ed addirittura cercano di nasconderle? Se hanno rivelato che lassù esiste acqua liquida, perché non ammettere anche che è esistita una civiltà antica che poi è stata distrutta da qualche cataclisma o guerra? Forse perché esiste ancora vita intelligente sul Pianeta Rosso? Ci sembra più logico e plausibile.

Share
Precedente Oroscopo ottobre: Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci Successivo Clima: bolla acqua fredda rallenta correnti atlantiche