Apollo 17: il mistero dell’ultimo sbarco sulla Luna

Perché la Nasa si è fermata ad Apollo 17? La Nasa aveva in programma altre tre missioni lunari: Apollo 18, Apollo 19 e Apollo 20, ma non hanno avuto luogo. Chi o cosa ha fatto sì che l’ente spaziale americano annullasse queste tre missioni? Naturalmente parliamo di “ufficialità” perché invece sembra che le missioni sulla Luna si sono svolte regolarmente in gran segreto, secondo i teorici della cospirazione, e che queste sono state occultate per motivi “top secret”. Extraterrestri?

Missioni Apollo, Luna e alieni
Missioni Apollo, Luna e alieni

Ufficialmente, l’ultima missione NASA nota in cui gli esseri umani hanno camminato sulla Luna è stata quella di Apollo 17 che ha avuto luogo nel 1972. E’ stato l’ultimo sbarco sulla Luna e la fine dell’era Apollo, la missione Apollo 17 è durata 2 giorni, 13 ore, 51 minuti, 59 secondi ed è allunata nella valle del Toro, situata sul bordo sud-orientale del Mare della Serenità lungo un anello di montagne che si è formata tra 3,8 e 3,9 miliardi di anni fa, quando un oggetto di grandi dimensioni ha colpito la Luna (pianeta Theia?). Ma quale è il motivo per cui la NASA si è fermata ad Apollo 17? La NASA aveva, infatti, previsto tre missioni dopo questa, Apollo 18, 19 e 20, ma le missioni non hanno mai avuto luogo, almeno ufficialmente. La missione Apollo 18 era stata progettata per allunare sul cratere Copernico, ma hanno più volte cambiato il nome del sito per poi definirlo nella Valle di Schröter secondo “NASA OMSF, Manned Space Flight Weekly Report” del 28 luglio 1969. Apollo 19 avrebbe dovuto allunare nella regione Igino Rille o Copernico e Apollo 20 è stato originariamente destinato per il cratere Tycho, il sito Surveyor VII, ma nessuna di queste missioni ha avuto luogo, e molti di noi si sono chiesti perché? È stato a causa di ragioni economiche e politiche, come alcuni suggeriscono o c’era qualcosa di più e diverso?

Le cose sono andate molto bene per Apollo 17, è stata una missione che ha stabilito diversi record, tra cui il più lungo volo di un atterraggio lunare con equipaggio, è stata anche la missione che ha avuto la superficie lunare totale più lunga di EVA (Attività extraveicolare), ed è stata la missione che ha portato alla Terra il più grande campione lunare ed anche la missione con il tempo più lungo in orbita lunare. Apollo 17 aveva tre Moonwalks che hanno girato più di 22 ore e coperto, secondo i rapporti, più di trentacinque chilometri. E’ stata una missione di grande successo, eppure ha segnato la fine dell’esplorazione lunare con equipaggio, almeno fino ad oggi. Spiegazioni ufficiali sui motivi per cui la NASA ha interrotto le missioni Apollo erano la mancanza di fondi, anche se l’agenzia aveva programmato una visita a Skylab nel 1973 e 1974 e il progetto di test Apollo-Soyuz nel 1975, ma c’era sempre una carenza di soldi e poco sostegno politico. La tecnologia è stata sviluppata da allora per raggiungere grandi obiettivi che spingono ulteriormente i nostri confini. La capsula Orion della NASA è la prova di tali progressi, ed è una nuova speranza per l’esplorazione dello spazio e la colonizzazione. Abbiamo praticamente dimenticato la Luna, con le missioni verso il pianeta rosso, invece, che sono di gran lunga più costose delle missioni sulla luna.

Tuttavia, ci sono quelli che indicano che la NASA non si è fermata ad Apollo 17. Si dice che hanno proseguito con il programma Apollo e che sono riusciti ad inviare Apollo 18, 19 e 20 sulla Luna. Le missioni Apollo 18 e 19 hanno trovato prove di manufatti alieni sulla superficie lunare. Apollo 19 è stata distrutta a causa di una collisione catastrofica e non è riuscita a tornare a casa in sicurezza, ma la NASA non si è fermata ed ha inviato Apollo 20 sulla Luna. La missione che è riuscita a portare a terra una perduta tecnologia aliena e un “umanoide femmina” trovata nei resti di un crash di un veicolo spaziale alieno. Ma forse il più grande enigma di tutti è il motivo per cui non ci siamo mai tornati sulla Luna? Con l’attuale livello tecnologico posseduto, altri paesi come gli Stati Uniti, la Cina, la Russia stanno viaggiando nello spazio, e un viaggio verso la luna è qualcosa che potrebbe essere realizzato con estrema facilità. Eppure, per una sconosciuta ragione, le agenzie spaziali di tutto il mondo hanno completamente ignorato il satellite terrestre e si sono astenuti dalle missioni con equipaggio sulla Luna.

Gli ufologi sottolineano che questo è perché sono stati trovati sulla superficie della Luna, da parte delle missioni Apollo, tecnologia e strutture aliene. Il quotidiano russo Komsomolskaya Pravda ha rivelato dettagli più allarmanti circa la Luna. Secondo Ken Johnston, ex Direttore del Data and Photo Control Department at NASA’s Lunar Receiving Laboratory  durante le missioni con equipaggio del Apollo Lunar Program e B Hoagland , un ex consulente per la NASA, negli anni ’70, gli astronauti americani hanno visto e registrato “antiche vestigia di costruzioni umane” sulla Luna e fotografato alcune prove tecnologiche trovate sulla superficie lunare. Dopo gli astronauti hanno portato queste immagini sulla Terra. Entrambi hanno accusato la NASA di manipolare le immagini originali della Luna e di sostituirle con immagini false, dove erano state cancellate le strutture sulla Luna. Ad esempio, la missione Apollo 8 scattò una serie di immagini estremamente controverse e registrarono un video del viaggio verso la Luna, che suggeriscono che gli astronauti non erano soli nello spazio. Uno degli oggetti più enigmatici della superficie della Luna può essere visto in una clip registrata durante la missione nel dicembre 1968. La clip mostra quello che sembra essere un grande oggetto triangolare che si trovava appena sopra la superficie lunare. Sono state queste scoperte misteriose ad indurre la NASA e le varie agenzie spaziali a stare lontani dalla Luna?

 

Share
Precedente Uno studio rivela che la coscienza continua dopo la morte Successivo Dieta Paleo, la dieta che viene dalla preistoria