La incredibile Palla di burro di Krishna

La Palla di burro di Krishna è un grande masso che si trova a Mahabalipuram, nel Kancheepuram, una cittadina nello stato indiano meridionale del Tamil Nadu. Questo masso gigante è una delle attrazioni turistiche della città e sembra sfidare le leggi della fisica. Questa roccia sembra essere in bilico su una piccola superficie sul pendio di una collina, non è scivolato giù dalla collina, né si è smosso quando sono stati fatti tentativi per spostarla. Ci sono alcune storie che cercano di spiegare come questo fenomeno insolito è possibile, anche se nessuno di esse sembra aver risposto alla domanda in modo soddisfacente.

Palla di burro di Krishna a Mahabalipuram
Palla di burro di Krishna a Mahabalipuram

La Palla di burro di Krishna era originariamente conosciuta ai locali come Vaan Irai Kal. Tradotto dal Tamil significa “pietra del Dio del cielo”. Questo nome fornisce un racconto di come questo masso sia arrivato qui. Secondo una versione, sono stati gli dèi che lo hanno messo a Mahabalipuram. Lo scopo era quello di mostrare la forza e il potere degli dèi agli abitanti di quella città. Una versione più moderna sostituisce gli dèi con gli extraterrestri che hanno visitato la zona migliaia di anni fa. Secondo alcune fonti, la “pietra del Dio del cielo” divenne nota come Palla di burro di Krishna a seguito di una ridenominazione del masso da parte di una guida turistica locale. Secondo la mitologia indù, il dio Krishna, da bambino, era ghiotto di burro, e spesso rubava manciate di quel cibo dal barattolo di burro di sua madre. Il masso gigante a Mahabalipuram sembrava una cucchiaiata di burro che il dio aveva lasciato cadere e gli è stato dato il nome di Palla di burro di Krishna. Questo nome è rimasto da allora.

La Palla burro di Krishna è stimato oltre 250 tonnellate di peso, le misure sono di circa 6 metri di altezza e 5 metri di diametro. Questo masso si appoggia su una pendenza di 45 gradi ed entra in contatto con la superficie della collina solo su un’area estremamente piccola. Pur essendo in una posizione così precaria, il masso gigante non è scivolato dalla collina. Una ipotesi è che la roccia si è formata in modo naturale, tuttavia, questo è piuttosto improbabile, in quanto una normale corrosione non avrebbe prodotto un masso di forma simile. Una faccia della roccia è interamente recisa ed è improbabile che sia stato il lavoro delle forze naturali. Sono stati fatti dei tentativi anche nel corso dei secoli per spostare la Palla di burro di Krishna, anche se inutilmente. Uno dei primi tentativi noti si dice che è stato fatto durante il tempo di Narasimhavarman, un re Pallava che regnò durante il 7° secolo d.C. A quanto pare, il re voleva spostare la roccia divina in modo che potesse salvarla dalle mani di scultori. Nonostante le sue buone intenzioni, il masso non si mosse, e il re dovette rinunciare ai suoi piani.

Un altro noto tentativo di spostare il masso è stato fatto durante i primi anni del 20° secolo. Si narra che nel 1908, il Governatore di Madras, Arthur Lawley, volesse rimuovere il masso dalla collina perché temeva che potesse rotolare giù in qualsiasi momento e distruggere la città che stava ai piedi della collina. Si dice che sette elefanti siano stati utilizzati nel tentativo, ma la roccia non si è spostata nemmeno un po’. Comunque, le paure del governatore si sono dimostrate infondate, la Palla di burro di Krishna non si è mossa negli ultimi 100 anni, per non parlare di rotolare giù per la collina. Così, la città rimane al sicuro dalla sua distruzione, per il momento. Questo strano masso è servito come ispirazione al Raja Raja Chola, che regnò tra la fine del 10° e l’inizio del 11° secolo d.C., per la creazione del “Tanjavur Bommai”, un tipo di giocattolo tradizionale indiano in terracotta. Oggi, la Palla di burro di Krishna è una delle attrazioni turistiche di Mahabalipuram.

 

Share
Precedente Allarme apocalisse meteorologica Successivo Gli immortali: solo miti e leggende?