La Terra ora ha una seconda Luna: asteroide 2016HO3

Gli scienziati della NASA hanno annunciato che la Terra ha ora una seconda “mini-luna” in orbita. Il nuovo mini-satellite della Terra, chiamato asteroide 2016HO3, è probabilmente in orbita attorno alla Terra da circa un secolo e probabilmente rimarrà in orbita per un paio di secoli ancora, secondo la NASA. La scoperta indica che la Luna non può più essere descritto come unico satellite naturale della Terra, tuttavia, gli scienziati della NASA dicono che la nuova “mini-luna” non può essere considerata un vero e proprio satellite naturale, ma in modo più appropriato, un quasi-satellite o un vicino compagno. “E ‘troppo lontano per essere considerato un vero satellite del nostro pianeta, ma è l’esempio migliore e più stabile fino ad oggi di un compagno vicino alla Terra, o quasi-satellite” ha detto la NASA in un comunicato.

Orbita dell' asteroide 2016HO3
Orbita dell’ asteroide 2016HO3

Anche se l’ asteroide 2016HO3 potrebbe essere descritto come essere in orbita attorno alla Terra, tecnicamente, è in orbita intorno al Sole, tuttavia, il suo percorso orbitale attorno al Sole traccia anche un percorso orbitale attorno alla Terra. L’orbita dell’ asteroide 2016HO3 si mantiene più vicino al Sole che alla Terra circa la metà del tempo, ma nonostante la sua distanza, non si allontana mai troppo dalla Terra. “Dal momento che 2016HO3 gira intorno al nostro pianeta, ma non si avventura mai molto lontano come noi andiamo intorno al sole, ci riferiamo ad esso come un quasi-satellite della Terra”. La “danza” gravitazionale dell’ asteroide con la Terra può durare solo un paio di secoli prima che si sposti fuori dalla sua attuale traiettoria orbitale. Gli scienziati dicono che la cattura della Terra di una mini-luna illustra la natura dinamica dell’interazione gravitazionale tra la Terra e gli oggetti vicini alla Terra (NEO).

La nuova luna della Terra è stata rilevata il 27 aprile dal Planetary Defence Coordination Office’s Pan-STARRS 1, telescopio per rilevamento asteroidi di Haleakala, Hawaii. Il PDCO gestisce il programma della NASA per il rilevamento e il monitoraggio degli oggetti vicini alla Terra (NEO). E’ responsabile della supervisione di tutti i progetti finanziati dalla NASA per documentare asteroidi e comete che passano vicino al percorso orbitale della Terra intorno al Sole. L’ufficio coordina anche gli sforzi tra le agenzie e governi per rispondere alle minacce di impatto. Sebbene la dimensione dell’ asteroide 2016HO3 non è stata stabilita con precisione, si ritiene possa essere un piccolo oggetto spaziale non superiore a 37 metri di diametro e inferiore a 91 metri di larghezza. Le piccole dimensioni dell’asteroide spiegano perché ci sia voluto così tanto tempo affinchè gli astronomi lo rilevassero. L’ asteroide 2016HO3 mantiene un’orbita irregolare attorno alla Terra che varia da 38 a 100 volte la distanza della Luna dalla Terra. Il percorso orbitale del mini-luna è stato osservato intrecciare o ondeggiare rispetto al piano orbitale della Terra. Il movimento “ondeggiare” dell’asteroide attraverso il piano orbitale della Terra è stato paragonato a un piccolo galleggiante su acque mosse. “In effetti, questo piccolo asteroide si impegna in una piccola danza con la Terra”.

La NASA ha assicurato che l’ asteroide 2016HO3 non è una minaccia per la Terra e la Luna e che è improbabile che possa entrare in rotta di collisione con la Terra o la Luna quando finalmente lascerà l’orbita terrestre. “L’orbita dell’asteroide attorno alla Terra deriva un po’ più avanti o indietro di anno in anno, ma quando va alla deriva troppo in avanti o indietro, la gravità terrestre è abbastanza forte per invertire la deriva e trattenere l’asteroide in modo che non è mai più lontano di 100 volte la distanza dalla Luna”, ha detto Paul Chodas della NASA, che gestisce il Jet Propulsion Laboratory’s Center  per lo studio degli oggetti vicini alla Terra a Pasadena, in California. “Lo stesso effetto impedisce anche all’asteroide di avvicinarsi molto più vicino di circa 38 volte la distanza dalla Luna”, ha continuato, “in effetti, questo piccolo asteroide è impegnato in una piccola danza con la Terra. I nostri calcoli indicano che 2016HO3 è uno stabile quasi-satellite della Terra da quasi un secolo e continuerà a seguire questo modello come compagno della Terra per i secoli a venire”, ha concluso.

Vi proponiamo un interessante video-simulazione dell’orbita dell’ asteroide 2016HO3 : 

https://www.youtube.com/watch?v=SbbAnVU4rmY

Share
Precedente La piramide perduta d’Egitto è esplosa 12mila anni fa? Successivo Laghi e vegetazione sulla superficie di Marte?