La Terra è stata sfiorata da un asteroide scoperto solo da poche ore

Sabato sera 27 agosto è stato individuato un asteroide di 46 metri che domenica mattina ha sfiorato la Terra a meno di un quarto della distanza dalla Luna.

Asteroide
Asteroide

Sabato sera un asteroide finora sconosciuto si è presentato all’improvviso alle porte del nostro pianeta sorprendendo un po’ tutti. L’asteroide, denominato 2016 QA2, è stato individuato dall’Osservatorio SoNear in Brasile sabato notte e ad una prima stima misurava tra 16 e 52 metri e domenica mattina è transitato ad una distanza di circa 80.500 km dalla Terra, meno di un quarto della distanza tra il nostro pianeta e la Luna che si trova a circa 384.000 km. L’asteroide misurava circa 46 metri, due volte più grande della roccia spaziale che esplose sopra la città russa di Chelyabinsk nel febbraio 2013 causando molti danni e ferendo 1.200 persone. Qualora avesse colpito la Terra, la civiltà non sarebbe finita ma avrebbe causato danni maggiori di quelli russi. Nel 1908, per esempio, un asteroide di circa 40 metri è esploso sopra la Siberia ed ha distrutto 1.330 km quadrati di foresta, la zona per fortuna era disabitata. Un asteroide assassino, secondo la Nasa, dovrebbe  essere grande almeno 900 metri per avere una possibilità di colpire il pianeta senza essere distrutto dall’attrito con l’atmosfera terrestre. Gli scienziati credono che un asteroide delle dimensioni di 2016 QA2 si sarebbe super riscaldato dall’attrito nell’atmosfera terrestre e sarebbe esploso in aria a circa 10 km sopra la Terra.

Perché l’asteroide non è stato avvistato in precedenza? Lo spazio è davvero grande. La NASA ha interi programmi dedicati alla ricerca del cielo notturno degli asteroidi vicino alla Terra e l’Agenzia Spaziale americana pensa che sia monitorato oltre il 90% delle rocce spaziali più grandi di 900 metri. A partire da agosto di quest’anno, la NASA ha individuato 14.677 oggetti nei pressi della Terra e ritenuto 1.728 di loro come potenzialmente pericolosi. E molti altri sono ancora là fuori che aspettano solo di essere scoperti. L’asteroide 2016 QA2 rientra nella categoria degli asteroidi Aten per gli oggetti vicino alla Terra e ha un’orbita strana, anche se gira intorno al Sole ogni 350 giorni, la roccia spaziale probabilmente non tornerà presto verso il nostro pianeta, di solito bazzica vicino altre regioni planetarie. La Terra in effetti non ha una griglia di difesa planetaria, ma i governi del pianeta sono alla ricerca di un modo per abbattere o reindirizzare qualsiasi asteroide che minaccia il nostro mondo. La Russia, che sembra essere un punto di atterraggio preferenziale per gli asteroidi, ha in programma di sparare uno dei missili balistici in orbita della Terra verso gli asteroidi per impedire loro di sbattere contro il pianeta. Hanno annunciato l’intenzione di testare la loro griglia di difesa planetaria sparando un missile intercontinentale verso 99942 Apophis, un grosso asteroide che si prevede pericolosamente vicino alla Terra nel 2036. Invece di farli esplodere, la NASA sta scommettendo sulla sua capacità di spingere eventuali asteroidi potenzialmente mortali lontano dal pianeta con una sonda robotica. Simile alla missione Rosetta, la sonda robotica atterrerebbe sull’asteroide pericoloso e con la forza dei propri motori lo spingerebbe verso un’orbita diversa.

Anche stavolta ci è andata bene e un oggetto spaziale ci ha mancato di poco, ma la NASA dice che dobbiamo stare tranquilli perché non ci sono pericoli reali, per adesso…

Share
Precedente Terremoti devastanti e catastrofi naturali in aumento, quali le cause Successivo Bambino indiano di 7 anni venerato per la sua insolita deformità