Scoperta in Iraq una antica città dell’ Impero Accadico

Gli archeologi hanno scoperto i resti di una antica città perduta nel nord dell’Iraq, vicino alla città di Dohuk, fondata 5000 anni fa dall’ Impero Accadico. Gli esperti dicono che questa antica città di primo piano era un avamposto dell’antico Impero Accadico, che è considerato come il primo impero mondiale nella storia umana, in quanto, durante gli scavi, i ricercatori hanno trovato prove di quel periodo (2340-2200 a.C.).

Antica città Impero Accadico
Antica città Impero Accadico

Come riportato da ScienceDaily, utilizzando misure di resistenza geomagnetiche, gli archeologi hanno scoperto indizi di una vasta rete stradale, vari quartieri residenziali, grandi case e una sorta di palazzo risalente all’età del bronzo. Gli archeologi hanno scoperto un antico muro della città e un tempio che credono sia stato dedicato al dio Adad dell’antica Mesopotamia. Secondo i rapporti, l’antica città fu fondata intorno al 3000 a.C., e l’analisi ha rivelato che la città fiorì per oltre 1200 anni e ci sono prove a sostegno che fu occupata durante il periodo dell’ Impero Accadico (2340-2200 a.C.).

Gli scienziati guidati da Peter Pfälzner dell’Università di Tubinga e Hasan Qasim del Dipartimento Antichità Dohuk hanno condotto lo scavo a Bassetki tra agosto e ottobre del 2016. Di conseguenza, sono stati in grado di evitare la costruzione di una strada in cui si trova la città per prevenire possibili danni al ritrovamento storico. Pfälzner, che ha guidato l’ultimo scavo, ha dichiarato: “L’area intorno Bassetki sta dimostrando di essere una inaspettatamente ricca regione culturale, che si trovava al crocevia delle vie di comunicazione tra le culture mesopotamiche, siriani e anatoliche  durante l’età del bronzo. Stiamo pertanto pensando di creare un progetto di ricerca archeologica a lungo termine nella regione in collaborazione con i nostri colleghi curdi”.

Durante gli scavi, gli archeologi hanno scoperto una serie di oggetti interessanti che hanno contribuito a capire l’importanza della antica città. Secondo i rapporti, circa 2700 anni fa, questa antica città aveva un muraglione che proteggeva la città dagli invasori. Inoltre, gli archeologi hanno scoperto grandi strutture in pietra erette circa nel 1800 a.C., trovando anche frammenti di tavolette cuneiformi assire che risalgono a più di 3000 anni fa e suggeriscono l’esistenza di un tempio dedicato al dio del tempo della Mesopotamia, Adad. “Anche se il sito di scavo è solo a 45 km dal territorio controllato dal IS, è stato possibile eseguire il lavoro archeologico senza essere disturbati. Abbiamo vissuto nella città di Dohuk, che è solo a 60 km a nord di Mosul, durante i lavori di scavo” hanno riferito gli archeologi.

L’ Impero Accadico era un grande regno della Mesopotamia formato dalle conquiste di Sargon di Akkad. Ha mantenuto il suo massimo splendore tra il XXIV e il XXII secolo a.C., in cui cinque monarchi hanno regnato: Sargon stesso, i suoi figli Rimush e Manishutusu, suo nipote Naram-Sin e suo figlio Sharkalisharri, che governarono per un totale di 141 anni. I domini dell’ Impero Accadico erano estesi a tutto il bacino dei fiumi Tigri ed Eufrate, Elam, la Siria e secondo antiche iscrizioni ancora di più verso il Libano e la costa mediterranea, spingendosi fino in Anatolia e l’interno dei monti Zagros, l’Impero aveva il controllo delle rotte commerciali nel Golfo Persico verso Magan (probabilmente l’attuale Oman) e la regione della Valle dell’Indo.

Share
Precedente Il mondo si è svegliato scioccato dalla vittoria di Donald Trump Successivo Pastore vende sapone in polvere consacrato per pulire i peccati