Baalbek: la prova finale di una tecnologia antica perduta?

Se è mai esistita sulla Terra una antica tecnologia avanzata adesso perduta, allora le pietre megalitiche di Baalbek sono sicuramente la prova di essa.

Sito megalitico di Baalbek
Sito megalitico di Baalbek

L’antico sito megalitico di Baalbek vanta pietre perfettamente allineate pesanti fino a 2.000 tonnellate che messe insieme formano uno dei più grandi misteri antichi di costruzione del pianeta. Queste pietre supermassicce di Baalbek sono state mosse e sistemate con bastoni e pietre, come alcuni studiosi suggeriscono? Il sito archeologico di Baalbek, situato nel moderno Libano, è uno dei più misteriosi delle antiche strutture mai realizzate sul pianeta Terra. Esso contiene inoltre alcuni delle più grandi e più pesanti pietre sul pianeta. Baalbek si trova ad est del Libano, 86 chilometri a nord-est della città di Beirut, nella valle di Beqaa, vicino al confine con la Siria. Questo affascinante sito, come molti altri in tutto il pianeta, ha sconcertato gli studiosi che non sono in grado di capire come e perché è stato eretto questo massiccio santuario.

E’ molto difficile da credere che la primitiva umanità abbia trasportato, tagliato e collocato in posizione pietre enormi, migliaia di anni fa, utilizzando solo gli strumenti della prima Età del bronzo. Secondo gli esperti, la storia di questo antico sito può essere fatta risalire a quasi 10.000 anni fa. Era un’antica città che ha preso il nome dal dio Baal. Leggende fenicie  suggeriscono che Baalbekera è stata la posizione iniziale in cui Baal è arrivato sulla Terra in tempi antichi. Tuttavia, la verità è che nessuno può dire con certezza quanti anni abbia questo antico sito. Molti credono che Baalbek risalga a decine di migliaia di anni fa, anche forse 20.000 anni, il che lo rende uno dei più antichi siti del pianeta. È interessante notare che l’età e la storia non sono quello che sta causando confusione, ma i blocchi megalitici di pietre presso il sito sono semplicemente sistemati da capogiro. L’antico tempio costruito in onore di Giove si trova su una piattaforma che non dovrebbe esistere, almeno non con la tecnologia primitiva utilizzata dai suoi costruttori circa 9.000/10.000 anni fa. In realtà, il Trilithon a Baalbek frantuma tutte le spiegazioni logiche. Esso è composto da tre blocchi supermassicci che misurano 22 metri di lunghezza e 5 metri di altezza aventi una larghezza di 3,5 metri. Come fanno ad essere così grandi? Bene, il peso di queste pietre massicce è compreso tra 1000 e 2000 tonnellate. Quindi, per favore ditemi come hanno fatto i nostri antichi a raggiungere questo obiettivo? Hanno davvero tagliato, trasportato e collocato in posizione queste pietre del peso di 2000 tonnellate con bastoni e pietre?

La spiegazione ufficiale che gli archeologi suggeriscono è che migliaia di uomini, con una tecnologia semplice come bastoni e pietre, hanno partecipato nella sua costruzione trasportando questi enormi blocchi di pietra, come asserito per le piramidi di Giza. Alcuni ricercatori suggeriscono che questo è qualcosa di matematicamente improbabile e quasi impossibile, spostare e sollevare pietre enormi con gruppi di uomini con strumenti rudimentali. Quindi, se non possedevano una tecnologia come la nostra di oggi, come hanno fatto? I tre blocchi sono posizionati su una fila di sei blocchi di granito, che misurano 10 metri di lunghezza e 4 metri di altezza, il loro peso è stimato a più di 300 tonnellate.

Sembra altamente improbabile che Baalbek sia il risultato di metodi di costruzione antichi, tra cui bastoni e pietre e migliaia di uomini che trascinano pietre massicce intorno al luogo. Molti suggeriscono che la mancanza di riferimenti per la costruzione del sito rende ancora più discutibile il metodo. Perché non ci sono tracce che ci dicono qualcosa circa i costruttori? Perché creare qualcosa di questa incredibile mole senza lasciare dietro un punto di riferimento? C’è un enorme anello mancante quando si parla di Baalbek. Questo antico sito vanta pietre perfettamente allineate pesanti fino a 2.000 tonnellate che messe insieme formano uno dei più grandi misteri antichi di costruzione del pianeta. E se questo antico sito è stato costruito da una civiltà antica che possedeva una tecnologia avanzata? Una tecnologia che oggi è andata perduta? Una tecnologia che forse ha anche aiutato a creare molti altri siti megalitici in tutto il pianeta? Il mistero delle antiche costruzioni megalitiche e sofisticate continua.

Share
Precedente Aurora boreale in Svezia ha prodotto uno strano suono (video) Successivo Terremotati sotto la neve e soldi della solidarietà spariti