Qualcosa di misterioso sta uccidendo 11000 vicine galassie

Secondo uno studio recentemente pubblicato da un team globale di ricercatori, in circa 11.000 galassie vicine c’è qualcosa di terribile che le sta uccidendo. I ricercatori hanno osservato quelle galassie e hanno notato qualcosa che non dovrebbe accadere, è in atto un misterioso fenomeno che sta strappando via con violenza il loro gas, la loro linfa vitale per la formazione di nuove stelle, su vasta scala.

Galassie
Galassie

Mentre i ricercatori sono ancora incerti sul motivo per cui questo fenomeno sta accadendo e perché in così grande scala, alcuni credono che ha qualcosa a che fare con gli aloni di materia oscura che si ritiene circondino le galassie, che sarebbero responsabili per la rimozione del gas di formazione stellare in un processo ad azione rapida denominato strippaggio pressione ram. Lo studio, che è stato pubblicato sulla rivista specializzata mensile Notices della Royal Astronomical Society, illustra chiaramente che questo fenomeno è più diffuso di quanto si pensasse. Il processo fondamentalmente toglie il gas dalle migliaia di galassie causando una morte prematura rubando da loro il materiale di cui hanno bisogno per creare nuove stelle. Secondo Toby Brown, un dottorato di ricerca e candidato a ICRAR e Swinburne University of Technology: “Durante la sua vita la galassia può avere aloni (materia oscura) di diverse dimensioni, che vanno da masse tipiche della nostra Via Lattea a aloni migliaia di volte più massicci. Quando la galassia attraversa questi aloni più grandi, il plasma intergalattico surriscaldato rimuove il suo gas in un processo ad azione rapida chiamato strippaggio pressione ram. Si può pensare ad esso come una scopa cosmica gigante che passa attraverso e fisicamente spazza via il gas dalle galassie“. In poche parole, rimuovendo il gas contenuto nella galassia questo la rende incapace di formare nuove stelle. Prosegue Brown: “Taglia la vita della galassia, perché le stelle esistenti si raffreddano ed invecchiano. Se si rimuove il carburante per la formazione di nuove stelle allora si uccide in modo efficace la galassia trasformandola in un oggetto morto”.

Un altro processo che uccide le galassie, ma una scala molto più lenta, è il processo noto come strangolamento. Brown ha spiegato: “Lo strangolamento si verifica quando il gas viene consumato per rifornire più velocemente le stelle, così che la galassia muore di fame. Si tratta di un processo ad azione lenta. Al contrario, ciò che lo strippaggio pressione ram fa è attaccare la galassia sulla testa e rimuovere il suo gas molto rapidamente, nell’ordine di decine di milioni di anni. E astronomicamente parlando questo è molto veloce”. Il co-autore dello studio, la ricercatrice ICRAR Barbara Catinella, ha detto che gli astronomi erano consapevoli del fatto che il processo noto come strippaggio pressione ram era responsabile della morte di galassie in grandi ammassi attorno alle quali gli esperti pensano ci siano i più massicce aloni di materia oscura dell’universo conosciuto”. Per osservare 11.000 galassie, gli astronomi hanno fatto uso della più grande indagine galattica ottica mai completata, la Sloan Digital Sky Survey, con la più grande serie di osservazioni radio per il gas atomico nelle galassie, la Arecibo Legacy Fast Survey ALFA. Brown ha concluso: “Questo documento dimostra che lo stesso processo opera in molti piccoli gruppi di poche galassie insieme con molto meno materia oscura. La maggior parte delle galassie nell’universo vivono in questi gruppi di tra due e un centinaio. Abbiamo trovato che questa rimozione del gas attraverso lo strippaggio è potenzialmente il modo dominante per il quale le galassie sono state spente da ciò che le circonda, il che significa che il loro gas viene rimosso e la formazione stellare si spegne”.

Share
Precedente Clamoroso! Trovato laboratorio con corpi alieni ad Amatrice! Successivo War Games: come ti distruggo la Terra e la razza umana