Monolito Pokotia: i Sumeri in Bolivia

Sul retro del monolito Pokotia in Bolivia vi sono delle iscrizioni che indicano una storia diversa, le iscrizioni che vi sono incise sono in proto-sumero.

Iscrizioni Monolito Pokotia

Il monolito Pokotia è una statua di pietra antropomorfa alta circa 170 cm che fu trovata nel 1960 nel sito di Pokotia, a circa 2 km dalla città di pietra di Tiwanaku, in Bolivia. Solo il 4 gennaio 2002 alcuni ricercatori hanno analizzato il monolito, che si trovava nel Museo de Metales Preciosos a La Paz, e si sono resi conto che riportava delle iscrizioni non solo nella parte frontale, ma anche sul dorso. C’è infatti una iscrizione molto intrigante sul retro del monolito Pokotia, quello che la rende eccezionale è che le iscrizioni che vi sono incise sarebbero in proto-sumero pittografico, confermando la presenza sumera nell’antica America del Sud.

Ciotola Fuente Magna

Secondo Clyde A. Winters, che ha curato la traduzione, il monolito Pokotia è un oracolo il cui nome è Putaki e sarebbe stato intagliato in un periodo compreso tra il 3000 e il 2000 a.C. Il monolito ha un’altra caratteristica particolare: contiene la stessa scritta visibile su una tavoletta della ricca collezione archeologica di Padre Crespi, un missionario italiano che ha servito e vissuto in Ecuador. Le iscrizioni del monolito Pokotia rendono il testo molto significativo in quanto supportano la scoperta dei simboli sumeri anche sulla ciotola Fuente Magna. Entrambi forniscono la prova di iscrizioni sumeriche in Sud America.

Il monolito è un artefatto autentico fatto dalla gente del Sud America perché è identico a una delle statue di Tiahuanaco. Ciò indica la presenza dei Sumeri in Sud America sin dai tempi remoti, i quali potrebbero aver avuto un ruolo anche nella costruzione di Tiahuanaco. Tra gli Inca era abitudine disegnare simboli proto-sumeri sui loro tessuti, ma è interessante notare che i segni proto-sumeri su tessuti sudamericani non erano solo limitati al Perù e questo fa supporre che la lingua sumera ha continuato ad essere parlata in queste zone per un periodo prolungato di tempo.

Bolivia, Perù, Ecuador, ci troviamo a migliaia di km dalla Mesopotamia in un’epoca in cui teoricamente il “nuovo continente” era sconosciuto, parliamo del 4000/5000 a.C., come hanno fatto gli antichi Sumeri ad arrivare qui? Forse con le astronavi degli Anunnaki? Appare sempre più evidente che la storia antica non è quella che sta scritta sui libri, sostenuta dagli storici classici, ma è completamente diversa, sin dalla creazione dell’uomo, e pian piano sta affiorando dalle nebbie del tempo.

Share
Precedente Una stirpe di antichi faraoni era ibrido alieno! Successivo Il misterioso caso di Granger Taylor: alien abduction?