Trovata la tomba di Babbo Natale in Turchia

I bambini di tutto il mondo potrebbero restare delusi oggi, alcuni archeologi in Turchia credono di avere trovato la tomba di Babbo Natale, o San Nicola. Utilizzando indagini geo-radar nella chiesa di San Nicola a Demre, gli scienziati hanno scoperto una tomba completa e intatta che probabilmente apparteneva al santo. Situata nella provincia turca di Antalya, Demre è anche il possibile luogo di nascita dell’originale Babbo Natale (San Nicola, Santa Claus).

Babbo Natale
Babbo Natale

Gli archeologi rimangono ottimisti sulla ricerca di prove che siano più decisive sul luogo di sepoltura di Babbo Natale. Cemil Karabayram, direttore dei rilevamenti e dei monumenti di Antalya, e il suo team continueranno a lavorare sul sito. “Abbiamo ottenuto ottimi risultati, ma il vero lavoro inizia ora”, ha detto Karabayram, secondo un rapporto del Guardian . “Raggiungeremo il terreno e forse troveremo il corpo intatto di San Nicola”. Secondo gli studiosi di storia, San Nicola era probabilmente nato e vissuto nella città di Myra, ora conosciuta come Demre, nel sud della Turchia. Il santo del quarto secolo divenne famoso per la sua eccezionale generosità verso i poveri, specialmente i bambini. Segretamente, faceva spesso regali ai bambini o lasciava monete nelle scarpe a chiunque le avesse lasciati fuori. Nato nell’anno 270 d.C., San Nicola morì nel 343 e fu sepolto sotto la chiesa di Demre. Nel Cinquecento, la storia di San Nicola veniva ancora raccontata in tutta Europa, ei coloni olandesi, che lo chiamavano “Sinterklaas”, raccoglievano storie del suo straordinario dono regalato agli Stati Uniti. L’immagine di oggi di Babbo Natale, come un vecchio allegro con la barba bianca, è stata resa popolare dopo che il poema “La visita di San Nicola” è stata pubblicata nel 1822 da Clement C. Moore.

Tomba di Babbo Natale (San Nicola)
Tomba di Babbo Natale (San Nicola)

Gli archeologi sono stati un po’ sorpresi di trovare la tomba intatta di Babbo Natale in Turchia. La maggior parte degli esperti ritiene che alcuni marinai abbiano rubato il corpo di San Nicola nell’anno 1087 portandolo nell’attuale Basilica di San Nicola a Bari, in Italia. Mentre i cristiani affollano ancora la Basilica di San Nicola credendo che questo sia l’ultimo luogo di riposo del famoso santo, gli esperti turchi dicono che i resti non sono i suoi. Dopo aver esaminato alcuni documenti storici, sostengono che le ossa prelevate e trasferite in Italia appartenevano a un altro sacerdote, non a San Nicola. Ora che la squadra turca ha potenzialmente scoperto la tomba di Babbo Natale, devono iniziare il delicato compito di scavare sotto la chiesa. Devono scavare molto attentamente per non distruggere o danneggiare i fragili rilievi in ​​pietra e i mosaici costruiti nel pavimento della chiesa. Responsabile del lavoro di scavo, la professoressa Sema Dogan, spera che la scoperta della tomba di Babbo Natale aumenterà il turismo per l’area. Mentre gli storici sanno da tempo che San Nicola era una persona reale, i bambini di tutto il mondo saranno scoraggiati nel sapere che è morto da centinaia di anni, ma attenderanno lo stesso che Babbo Natale porti loro i doni desiderati nella notte di Natale.

Share
Precedente Storie di vita: un ostello itinerante in uno scuolabus Successivo Rallentamento della rotazione terrestre e grandi terremoti