Le mummie degli uomini del sale di 1800 anni fa

Sono chiamati uomini del sale perché le loro mummie sono state trovate nel profondo della miniera di sale di Chehrabad presso la città di Zanjan in Iran. Gli operai intenti a recuperare il sale sono inciampati incidentalmente nel sesto membro dei cosiddetti uomini del sale, un gruppo di mummie che sono state scoperte all’interno di questa miniera a vari intervalli negli ultimi 15 anni.

Uomini del sale
Uomini del sale

Le copiose piogge nella zona che circonda la miniera hanno portato all’attenzione degli iraniani la mummia più recente e si ritiene che questa particolare mummia salata sia perita circa 1800 anni fa, dopo che un terremoto nella regione avrebbe fatto crollare su di lui parte della miniera, secondo il National Geographic. Le mummie salate un tempo erano tutti operai che si stavano facendo strada all’interno di questa miniera e che a un certo punto finirono per morire dentro di essa, schiacciati a morte dalle rocce, come la più recente scoperta degli uomini del sale, o qualche altro tragico evento. Le mummie della miniera di sale di Chehrabad che sono state trovate finora hanno vissuto in tempi molto diversi, con le prime che risalgono al periodo achemenide, dal 539 al 333 a.C., e le più recenti dal 240 al 640 d.C. Dopo la scoperta di questi diversi uomini del sale, gli archeologi sono rimasti incredibilmente stupiti di quanto ben conservati fossero stati nel tempo, con i loro vestiti, le barbe e i capelli quasi come quando erano originariamente. Alcuni addirittura sono stati trovati con ancora i resti del loro ultimo pasto all’interno dello stomaco. Alcuni dei manufatti recuperati accanto a questi uomini del sale includono un orecchino d’oro che avrebbe adornato uno degli operai e coltelli di ferro.

Atlas Obscura riferisce che c’è un’altra curiosa aggiunta alla storia di queste mummie, come riferito dal Sindaco Adrienne della Stanford University. Il sindaco crede che sia altamente probabile che queste mummie salate in Iran possano aver portato alla creazione delle creature mitiche conosciute come i satiri. Si sa che “i satiri sono creature mitiche”, ma fa notare anche che questi uomini salati avevano più di una “sorprendente somiglianza con le antiche raffigurazioni di satiri di epoca greca e romana”. “Penso che sia molto probabile che un’antica scoperta di uno degli uomini del sale allo stesso modo conservato nell’Iran nord-occidentale sia la base per il racconto di san Girolamo del satiro conservato sotto sale ed esaminato dall’imperatore Costantino e da numerosi altri curiosi visitatori ad Antiochia”. Se siete interessati a vedere da vicino uno di questi uomini del sale della miniera di sale di Chehrabad in Iran, lo si può trovare nel Museo Nazionale dell’Iran di Teheran e altri quattro si trovano al Museo Archeologico Zanjan.

Share
Precedente Le sette lingue più antiche del mondo ancora in uso Successivo Pietra di Dashka o Mappa del Creatore