Un terremoto devastante di magnitudo 9 entro il 7 marzo

Sebbene gli scienziati si sforzino a dire che i terremoti non si possono prevedere, qualcuno ogni tanto si avventura nel predire un terremoto devastante. Frank Hoogerbeets, un astrologo dei Paesi Bassi, ha avvertito i residenti degli Stati Uniti che vivono sulla costa occidentale di prepararsi per un terremoto devastante di magnitudo 9.

Terremoto devastante
Terremoto devastante

Dopo i recenti terremoti di Honduras e Perù di magnitudo superiore a 7, si prospetta quindi un terremoto devastante ancora più potente, secondo l’astrologo. Hoogerbeets ha affermato che la causa principale sarà un raro allineamento planetario che si verificherà tra il 21 febbraio e il 7 marzo 2018. Insiste sul fatto che la forza gravitazionale aumenterà l’attività sismica e che esiste la “possibilità per un terremoto devastante di magnitudo 8 o addirittura 9″. In un video pubblicato su  YouTube (link in fondo all’articolo), Hoogerbeets ha spiegato che un raro allineamento planetario causerà un aumento dell’attività sismica a partire dal 21 febbraio. In tali date, ci saranno tre allineamenti planetari. Come riportato da Express, Hoogerbeets ha rivelato che lo stesso allineamento planetario coincide con il verificarsi dei più grandi terremoti del mondo. Sostiene che lo stesso allineamento planetario avvenne durante il terremoto cileno di magnitudo 9,5 nel 1960, il terremoto di magnitudo 9,2 in Alaska nel 1964 e il terremoto di magnitudo 9,3 a Sumatra nel 2004.

Tra tutte le date durante il periodo specificato, Hoogerbeets è più preoccupato per il 4 e il 5 marzo. Secondo lui, queste date sono fondamentali. Ha spiegato che il 4 marzo ci saranno sei allineamenti planetari. Questo evento è altamente irregolare e unico. Oltre a questo, ci sarà un allineamento quadruplo che coinvolge Giove, Marte, Sole e Mercurio. Dato questo scenario, prevede un aumento dell’attività sismica il 5 marzo. Ha aggiunto che questa convergenza è il più potente tra tutti gli allineamenti che ha visto negli ultimi tre anni. L’astrologo ha affermato che i recenti tremori che si sono sentiti a Vancouver e nel sud della California sono segni di una maggiore attività sismica. Il 14 gennaio, l’isola di Vancouver ha subito tre terremoti. Un terremoto di magnitudo 4,2 è stato segnalato per primo, seguito da terremoti di magnitudo 4,3 e di magnitudo 4,0. Ha avvertito che la Costa Occidentale è in attesa di un forte terremoto. Ha ribadito che esiste una “netta possibilità” che il terremoto devastante si verifichi a fine febbraio o all’inizio di marzo. Ha anche chiarito che non sta sostenendo che questo evento è una cosa sicura, ma che c’è un’alta possibilità che accada.

Nel frattempo, gli esperti concordano con Hoogerbeets su una cosa: hanno anticipato un terremoto devastante nella zona di subduzione di Cascadia che si allunga lungo la costa pacifica nordamericana dal Canada meridionale alla California settentrionale. Per quanto riguarda la validità della tesi di Hoogerbeets secondo cui l’allineamento planetario influisce sull’attività sismica, l’astronomo Phil Plait ha qualcosa da chiarire. “No, non lo farà. Non può”, ha aggiunto, “Perché semplicemente non esiste un modo in cui un allineamento dei pianeti può causare un terremoto sulla Terra”. Gli esperti sostengono che se ci sarà un terremoto di magnitudo 9 come previsto da Hoogerbeets, non avrà nulla a che fare con l’allineamento planetario. Tra scienza e scetticismo l’avviso di Hoogerbeets cadrà nel nulla, sperando che nulla accada.

https://www.youtube.com/watch?v=QczCRZ0Tt1U

 

Share
Precedente Inquietanti disegni zig-zag apparsi su lago ghiacciato Successivo Il vulcano Mayon e la leggenda di Panganoron e Magayon