Il vulcano Mayon e la leggenda di Panganoron e Magayon

Il vulcano Mayon nelle Filippine sta creando molti problemi con la sua recente eruzione ancora in atto ed ha costretto all’evacuazione circa 34.000 persone. Durante l’eruzione una enorme nuvola di cenere ha avvolto la montagna creando una immagine suggestiva che ha risvegliato il mito di due innamorati morti tragicamente sul luogo.

Panganoron e Magayon
Panganoron e Magayon

Il vulcano Mayon, il più attivo delle Filippine, si trova nella regione di Albay sull’isola di Luzon ed in questi giorni, dopo una serie di eruzioni infuocate che hanno fatto precipitare un fiume di lava lungo le pendici della montagna, ha costretto le autorità locali ad ordinare l’evacuazione di circa 34.000 persone quando esperti dell’Istituto filippino di vulcanologia e sismologia (Phivolcs) hanno avvertito che un’altra esplosione “potenzialmente pericolosa” potrebbe verificarsi in pochi giorni. Incredibili immagini provenienti dalla montagna mostravano una luminosa scia rossa di lava che sgorgava dal cratere mentre spesse nuvole di cenere scendevano lungo le sue pendici. L’immagine, ripresa dal fotoreporter Ciriaco Santiago III, mostra il vulcano più attivo delle Filippine con il suo cono perfetto oscurato dalle spesse nuvole grigie. Nonostante la sua natura aggressiva, una leggenda narra che il vulcano più attivo del paese una volta è cresciuto dai corpi di due sfortunati amanti che sono morti tragicamente nella regione. E una particolare fotografia delle nuvole di cenere attorno al vulcano Mayon ha scatenato una frenesia online con gli abitanti del luogo che hanno confrontato l’immagine mozzafiato con il mito di come è stato creato il vulcano. Alcuni utenti dei social media hanno detto che la nuvola formatasi sulle pendici del vulcano sembra abbracciare due persone, ricordando loro la tragica storia d’amore di Panganoron e Magayon e la leggenda del vulcano Mayon.

Eruzione vulcano Mayon
Eruzione vulcano Mayon

Secondo il mito, Daragang Magayon era una bella principessa che attirava per la sua bellezza uomini di varie tribù, incluso un capo tribù Iriga chiamato Pagtuga. Pagtuga corteggiava Magayon e suo padre con doni eccessivi, ma il cuore di Magayon apparteneva a qualcun altro, a Panganoron, figlio di un capo tribù nella regione di Tagalog. I due si incontrarono quando Panganoron salvò Magayon dall’annegamento in un fiume in una notte piovosa e col passare del tempo i due si innamorarono. Venendo a conoscenza del loro amore, Pagtuga catturò il padre di Magayon, Makusog, minacciando di ucciderlo se lei si fosse rifiutata di essere la sua sposa. Quando Panganoron venne a conoscenza di ciò che stava accadendo, organizzo il proprio esercito ed iniziò una guerra con Pagtuga. Il capo Iriga fu ucciso nella sanguinosa battaglia e Magayon si precipitò al lato del suo amante per festeggiare, quando una freccia vagante colpì alla schiena Panganoron e lo uccise. Accecata al dolore, Magayon prese il coltello di Panganoron e gridando il suo nome si uccise. Suo padre, Makusog, seppellì insieme i due innamorati ai piedi della montagna. Trascorsero molti anni prima che il popolo di Ibalon notasse la crescita della montagna, che, vomitando massi roventi dal suo cratere, preceduto da terremoti, formava il vulcano Mayon che vediamo oggi.

Share
Precedente Un terremoto devastante di magnitudo 9 entro il 7 marzo Successivo Auroville la città senza politica religione e denaro