Doomsday Clock: l’orologio dell’Apocalisse

Il Doomsday Clock è stato spostato da 2’30” a 2’00” a mezzanotte, siamo sempre più vicini all’ora dell’Apocalisse, all’ora che segna la fine del mondo. Nell’annunciare la decisione, il Bulletin of the Atomic Scientists (Bollettino degli scienziati atomici) ha citato “il fallimento del presidente Trump e di altri leader mondiali nell’affrontare le minacce incombenti della guerra nucleare e dei cambiamenti climatici”.

Doomsday Clock
Doomsday Clock

Ma cos’è il Doomsday Clock e quanto è accurato? Il Doomsday Clock fu creato dal consiglio del Bulletin of the Atomic Scientists nel 1947 come risposta alle minacce nucleari. Il concetto è semplice: più la lancetta dei minuti è vicina alla mezzanotte, più il consiglio di amministrazione ritiene che il mondo sia vicino al disastro. L’orologio era originariamente concepito da un gruppo di scienziati atomici che erano stati coinvolti nel progetto Manhattan, lo schema responsabile delle prime armi nucleari. Gli scienziati hanno prodotto regolarmente un bollettino che riportava i progressi e gli aggiornamenti delle armi nucleari e l’orologio è stato inizialmente progettato come illustrazione per la copertina della prima edizione. Da allora, l’orologio si è spostato avanti e indietro, da diciassette minuti a mezzanotte del 1991 a due minuti a mezzanotte del 1953.

Il Doomsday Clock ha affrontato molte critiche nel corso degli anni, con alcuni scettici che dubitano della natura “avanti e indietro” dell’orologio. Scrivendo in The Conversation, Anders Sandberg ha suggerito che le più grandi minacce dell’umanità sono create dall’uomo, nel senso che in questo caso “le normali forme di stima delle probabilità non sono solo inadeguate, ma sono anche fuorvianti”. L’1,4% di probabilità per anno di guerra nucleare sembra molto preciso, ma la stima si basa su un elenco di ipotesi potenzialmente sospette”, ha scritto Sandberg, ”La possibilità che almeno uno di loro stia sbagliando è alta. Potrebbe essere meglio riconoscere esplicitamente l’incertezza”. È importante ricordare, tuttavia, che l’orologio non mira alla precisione totale, è un simbolo di minacce globali e un modo per “informare il pubblico sulle minacce alla sopravvivenza e allo sviluppo dell’umanità”, quindi non c’è bisogno di prenderlo alla lettera. Il Bulletin prende in considerazione diversi fattori quando calcola l’ora sull’orologio: minacce nucleari, cambiamento climatico, biosicurezza, bioterrorismo, minacce varie tra cui cyber warfare e AI.

Ecco alcune delle oscillazioni più significative nella storia del Doomsday Clock.

  • 1947 : 7 minuti a mezzanotte : nella sua prima apparizione, la lancetta dell’orologio si trovava a sette minuti alla mezzanotte per evidenziare “l’urgenza dei pericoli nucleari”.
  • 1949 : 3 minuti a mezzanotte : l’orologio si è spostato sempre più vicino a mezzanotte quando l’Unione Sovietica ha testato il suo primo ordigno nucleare.
  • 1953 : 2 minuti a mezzanotte : gli Stati Uniti hanno creato la bomba all’idrogeno.
  • 1963 : 12 minuti a mezzanotte : terminati i test nucleari atmosferici.
  • 1984 : 3 minuti a mezzanotte : le relazioni USA-URSS hanno raggiunto il livello più spaventoso da anni.
  • 1991 : 17 minuti a mezzanotte : la Guerra Fredda termina e l’orologio salta all’indietro
  • 2015 : 3 minuti a mezzanotte : il Doomsday Clock del 2015 è rimasto bloccato a tre minuti a mezzanotte a causa di “cambiamenti climatici incontrollati, modernizzazioni di armi nucleari globali e estesi arsenali di armi nucleari”, che ha rappresentato “una straordinaria e innegabile minaccia per la continuità della esistenza dell’umanità”.
  • 2017 : l’orologio è passato da tre minuti a mezzanotte a due minuti e mezzo a mezzanotte. Il Bulletin cita l’ascesa del nazionalismo, i commenti di Donald Trump sulle armi nucleari e la minaccia di una corsa agli armamenti tra Stati Uniti e Russia. Il 2017 è stato anche la prima volta che è stata usata una frazione di tempo.
  • 2018 : adesso siamo a due minuti a mezzanotte. Arriveremo presto alla mezzanotte? Siamo veramente vicini alla fine del mondo?
Share
Precedente E se Gesù era nero? Successivo Asteroide 2018CB altro pericolo imprevisto