Champions League analisi degli ottavi

Ieri sera 21 febbraio si sono disputate le ultime due partite che hanno completato il quadro degli ottavi della Champions League. Esaminiamo la situazione. Il super spezzatino degli ottavi di Champions League ha dato i primi verdetti, adesso gli incontri di ritorno determineranno le squadre che accederanno ai quarti.

Champions League 2017-2018
Champions League 2017-2018

I risultati delle partite degli ottavi di Champions League hanno detto che le 5 squadre inglesi la fanno da padrone: 2 vittorie e 3 pari, seguono le 3 squadre spagnole con 1 vittoria e 2 pari, le 2 squadre italiane non bene: 1 pari ed una sconfitta. Vediamo quali sono le possibilità di qualificazione ai quarti di Champions League.

Basilea-Manchester City: il 4-0 a favore degli inglesi in terra elvetica ha praticamente già deciso la qualificazione, non vediamo come il Basilea possa vincere 5-0 a Manchester.

Porto-Liverpool: anche in questo confronto la squadra inglese è già ai quarti avendo annientato 5-0 il Porto in Portogallo, i lusitani possono solo cercare di evitare un’altra goleada.

Juventus-Tottenham: partita equilibrata che i bianconeri hanno sciupato facendosi impattare sul 2-2 a Torino dopo essersi portati in vantaggio per 2-0, sbagliando un calcio di rigore e qualche altra occasione. Gli inglesi sono una squadra tosta e difficile da superare, non sarà facile ma non impossibile, i bianconeri dovranno vincere a Londra o impattare dal 3-3 in su per approdare ai quarti di Champions League. Forza Juventus!

Chelsea-Barcellona: sulla carta i catalani avrebbero dovuto superare tranquillamente gli uomini di Conte, ma non è stato così. Il pari per 1-1 sta stretto agli inglesi che avrebbero meritato di più, il solito super possesso palla degli spagnoli non ha prodotto granché in termini di tiri ed il goal di Messi è stato favorito dall’unico clamoroso errore inglese. Conte può recriminare sui 2 pali colpiti dal brasiliano Willian autore anche del goal inglese. Al Camp Nou sarà molto difficile per il Chelsea vincere, ma mai dire mai.

Siviglia-Manchester United: il pari a reti bianche è piuttosto bugiardo in quanto gli spagnoli hanno dominato la scena con 25 tiri a 5 (8-1 nello specchio), con un super De Gea protagonista di parate strepitose che hanno tenuto a galla il Manchester. In terra inglese non sarà facile per gli spagnoli passare, ma anche in questo caso, mai dire mai.

Shakhtar-Roma: la squadra italiana è uscita sconfitta nel gelo ucraino dopo essere passata in vantaggio. Un buon primo tempo avevano fatto sperare addirittura in una vittoria, ma nel secondo tempo gli ucraini hanno dominato segnando 2 goal e mancandone almeno altri 3 con parate miracolose di Allison e respinta altrettanto miracolosa di Bruno Peres sulla linea di porta. Poteva finire peggio. A Roma gli uomini di Di Francesco dovranno sudare 7 camicie con lo Shakhtar ma hanno la possibilità di approdare ai quanti di Champions League. Forza Roma!

Bayern-Besiktas: altra goleada. I tedeschi si impongono 5-0 sui malcapitati turchi ridotti in 10 dopo appena 15 minuti da una frettolosa espulsione. Anche qui possiamo tranquillamente dire che il Bayern è già ai quarti.

Real Madrid-Paris SG: i campioni d’Europa in carica vincono la partita clou degli ottavi 3-1 contro i francesi, in rimonta dopo essere stati in svantaggio. Manco a dirlo il protagonista è stato Cristiano Ronaldo con due goal che lo proiettano come primo calciatore a superare le 100 reti in Champions League, 101! Ancora una volta i parigini crollano nel finale come avvenuto un anno fa con il Barcellona. Non sarà facile per Neymar e Cavani battere i madrilisti a Parigi, devono vincere con due gol di scarto cercando di non subire più di un goal. Difficile? Non impossibile visto la batteria di attaccanti di cui dispone il PSG.

Share
Precedente Il Kummakivi Balancing Rock sfida le leggi della fisica Successivo La Pietra di Newberry, bufala o sassata alla storia?