Le armi micidiali e le stragi di Yahweh

Yahweh è l’antico nome ebraico di Dio, quello che nella Bibbia nel Vecchio Testamento ordina o esegue direttamente crudeli massacri di intere popolazioni, come descritto in modo chiaro e inoppugnabile sulla Bibbia che hai in casa, il libro che, secondo la Chiesa, è il libro sacro ispirato dallo Spirito Santo. Questa non è una dissacrazione della Bibbia, ma una piccola analisi di quanto scritto su Yahweh. Autori autorevoli, come Mauro Biglino (ex traduttore ufficiale della Bibbia ebraica per le Edizioni San Paolo), hanno fornito delle informazioni ed interpretazioni più precise e dettagliate con termini molto più crudi. “La Bibbia non è un libro sacro” ha affermato Biglino.

Yahveh
Yahweh

Ci sono almeno 200 parti del Vecchio Testamento che rivelano chiaramente e inconfutabilmente che Yahweh non rappresenta l’immagine rassicurante della tradizione canonica della divinità buona e compassionevole, tutt’altro. Da notare che nella Bibbia Yahweh (dal tetragramma ebraico YHWH “io sono colui che sono”) è stato tradotto in Signore, mentre è la parola Helohim (parola plurale, presente 2570 nella Bibbia) ad essere tradotta in Dio. Agli ebrei era ed è vietato pronunciare il nome di Dio Yahweh, nel 1234 il Concilio di Tarragona ordinò di consegnare ai vescovi, entro 8 giorni, tutte le traduzioni della Bibbia in circolazione per poi bruciarle e, secondo le disposizioni del Vaticano, risalenti a giugno 2008 e contenute in una Lettera alle Conferenze Episcopali sul nome di Dio, l’impronunciabile nome ebraico di Dio (Yahweh) non può più essere usato nelle preghiere e nella liturgia, dato che “poco si adatta alla natura divina di Cristo affermata dal cattolicesimo”! Fa riflettere.

Mosè
Mosè

Ma si capisce dai resoconti biblici che Yahweh era spietato e sanguinario ed era in possesso di armi inimmaginabili e che alcune di queste furono usate dagli ebrei, tra le mani di Mosè, di Giosuè, di Davide ed altri patriarchi. Una strana ed enigmatica arma o dispositivo è stato il bastone di Mosè, in grado di provocare le piaghe d’Egitto e di aprire un varco nel Mar Rosso. Tramite Mosè e le proprietà del bastone Yahweh costrinse il Faraone a liberare il popolo ebreo, ma per fare questo uccise migliaia e migliaia di egiziani, uomini donne e bambini, fu terribile la strage dei bambini primogeniti di tutti gli egiziani. La strage dell’esercito del Faraone fu il sigillo alla vicenda, travolto dalle acque che richiudevano il varco nel Mar Rosso dopo il passaggio degli ebrei. Altra terribile arma era l’Arca dell’Alleanza che non era un tabernacolo contenente reliquie come comunemente si crede. Gli ebrei la portavano sempre al loro seguito in tutte le battaglie, anche a Gerico, in una di queste battaglie furono uccisi ben 30.000 israeliti.

Trombe Gerico
Trombe Gerico

Un’altra arma micidiale fu sicuramente quella che causò la caduta delle mura di Gerico. Yahweh disse a Giosuè: “Tu e i tuoi guerrieri dovete marciare intorno alla città. Marciate intorno ad essa una volta al giorno per sei giorni. Portate con voi l’arca del patto. Sette sacerdoti devono camminare dinanzi ad essa e suonare i corni. Il settimo giorno dovete marciare intorno alla città sette volte. Poi suonate a lungo i corni, e tutti lancino un grande grido di guerra. E le mura crolleranno”. Ma un calpestio frenetico e continuato e delle trombe sono sufficienti a fare crollare mura fortificate di 7 metri di larghezza? Sicuramente no, quel rumore doveva probabilmente coprire un altro rumore. Ed ecco un’arma micidiale: un cannone sonico! Il professor Vladimir Gavreau ha ideato e realizzato il primo cannone sonico per l’Istituto per la Ricerca Electroacústicas Marsiglia. Il cannone sonico, che si è rivelato proprio come una “tromba della morte”, era in grado di sviluppare al suo picco fino a 2000 W di potenza, emettendo onde di circa 37 Hz. Siamo consapevoli oggi che le onde sonore di bassa frequenza sono mortali e che sarebbero state capaci di abbattere facilmente le mura della città di Gerico. Cadute le mura e le difese, tutto il popolo di Gerico fu trucidato, così come ordinato da Yahweh.

Sòdoma e Gomorra
Sòdoma e Gomorra

Un’arma di distruzione di massa fu invece utilizzata per distruggere Sòdoma e Gomorra. Prima di procedere alla distruzione Yahweh fece mettere in salvo Lot e la sua famiglia e poi lanciò la sua arma terrificante, probabilmente una bomba atomica, che incenerì le città e tutti gli abitanti, gli animali e la vegetazione. “Quand’ecco il Signore fece piovere dal cielo sopra Sòdoma e sopra Gomorra zolfo e fuoco proveniente dal Signore. Distrusse queste città e tutta la valle con tutti gli abitanti delle città e la vegetazione del suolo”. Solo una tale arma può causare gli effetti descritti, come la moglie di Lot “vaporizzata”, trasformata in una statua di sale solo perché ha disobbedito e si è voltata indietro a guardare la distruzione. Ancora oggi nella zona si notano tracce di radioattività spiegabili solo con una tremenda esplosione nucleare nel passato. Quanti abitanti sono periti nella distruzione? Non si hanno numeri, ma sicuramente devono essere stati in molte migliaia.

Nella Bibbia sono descritti numerosi massacri e razzie ordinati o perpetrati direttamente da Yahweh, episodi terrificanti e reiterati che possono scuotere le coscienze e gli animi, ma che sono incontestabili, inconfutabili e descritti in modo chiaro e inoppugnabile. Stando alle cifre riportate di volta in volta nella Bibbia, Dio (Yahweh) uccide direttamente 2.270.365 persone, senza contare il Diluvio Universale sul quale la Bibbia non cita alcuna cifra ma che si immagina in molti milioni. Per questioni di spazio daremo solo le indicazioni di alcuni dei versetti (sono tanti…) in questione tratti dal Vecchio Testamento, a voi il compito di leggerli e verificare quanto detto, se volete.

Esodo 12:29 ; Levitico 26:21-29 ; Isaia 13:9-15-16-18 ; Deuteronomio 5:9 ; Esodo 32:27-28 ; Numeri 25:3-9 ; Giosuè 10:11 ; Giudici 4:21-23 ; Esodo 23:27 ; Numeri 33:52 ; Genesi 6:6-7 ; Genesi 17:13 ; Esodo 21:20-21-23-24 ;  Numeri 15:32-33-34-35-36 ; Numeri 21:34-35 ; Deuteronomio 2:31-32-33-34 Giosuè 6:20-21.

Share
Precedente Ganimede rivela i suoi segreti Successivo Il mistero della SS Ourang Medan

Lascia un commento

*