Ecco i più bizzarri pianeti del cosmo

Ogni anno vengono scoperti molti bizzarri pianeti lontani dal Sistema Solare che presentano caratteristiche tali da stupire anche l’astrofisico più esperto. Anche se troviamo milioni di nuovi pianeti ogni anno, molti sono solo pezzi di roccia fredda che orbitano attorno a stelle sconosciute, tuttavia si trovano anche dei bizzarri pianeti che attirano l’attenzione degli scienziati. Si tratta di pianeti di cui probabilmente non avete mai sentito parlare ma le cui caratteristiche vi sorprenderanno.

I più bizzarri pianeti del cosmo:  introduzione

Ogni giorno, la NASA scansiona la galassia alla ricerca di nuovi pianeti, stelle e sistemi dispersi nel cosmo. Abbiamo inviato molte sonde nello spazio, da Voyager 1 a Juno, il tutto con il compito di esplorare prima il nostro Sistema Solare e successivamente di indagare oltre. Il telescopio spaziale Kepler ha scoperto il maggior numero di pianeti extrasolari, chiamati esopianeti, pianeti in orbita attorno a stelle diverse dal nostro Sole. Essendo oggetti fuori dal Sistema Solare questi pianeti si trovano a distanze enormi misurate in anni luce. Un anno luce è la distanza che percorre la luce in un anno. La velocità della luce è stata definita a 299.792 km/s. Nessun mezzo costruito dagli uomini ha la capacità nemmeno di avvicinare una simile velocità. Finora, la velocità più elevata mai raggiunta nello spazio è stata ottenuta da New Horizons, una sonda spaziale americana lanciata nel 2006 per condurre uno studio di Plutone, le sue lune e la Cintura di Kuiper. New Horizons sfrecciava solo(!) a oltre 58.000 km/h. La realtà è che la tecnologia terrestre oggi non permette di potere visitare un sistema stellare distante da noi anche solo pochi anni luce. La nostra Luna dista dalla Terra 384.400 km, la luce impiega 1,28 secondi per coprire la distanza. La luce del Sole impiega 8,31 minuti per raggiungere la Terra. Un anno contiene 31.536.000 secondi, se moltiplichiamo per 299.792 (km percorsi in 1 secondo) otterremo una cifra spaventosa di km percorsi dalla luce in un anno, circa 9.454.240.512.000 (quasi 10 mila miliardi)!

OGLE-2016-BLG1195Lb palla di ghiaccio
OGLE-2016-BLG1195Lb palla di ghiaccio

I più bizzarri pianeti del cosmo:  OGLE-2016-BLG-1195Lb

OGLE-2016-BLG-1195Lb è un esopianeta ghiacciato che può essere trovato a ben 13.000 anni luce dal nostro sistema solare. Le sue temperature vanno da -220 gradi Celsius a -186 gradi Celsius, motivo per cui a volte viene chiamato il “pianeta palla di ghiaccio”. Quindi devi percorrere una lunga strada ad alta velocità per vedere questa enorme palla di ghiaccio. Non abbiamo ancora la tecnologia per visitare il nostro sistema vicino più vicino a pochi anni luce di distanza, ecco perché utilizziamo la tecnologia a lungo raggio per scoprire lontani pianeti extrasolari, nonché per determinare la loro massa e la composizione delle loro atmosfere. OGLE-2016-BLG-1195Lb è stato trovato usando il microlensing, un processo usato per scoprire i pianeti quando passano davanti alle loro stelle e vediamo le stelle diminuire brevemente. Si crede che tutto il ghiaccio su OGLE-2016-BLG-1195Lb possa essere acqua dolce. Anche se questo è buono, è improbabile che saremo in grado di utilizzare quest’acqua nel prossimo futuro. Ci vorrebbero 13.000 anni per arrivare a questo esopianeta viaggiando alla velocità della luce. Forse una razza aliena avanzata usa questo pianeta lontano come fonte di acqua dolce.

KELT-9b pianeta più caldo
KELT-9b pianeta più caldo

I più bizzarri pianeti del cosmo:  KELT-9b

KELT-9b è l’esopianeta più caldo mai trovato, e sta scomparendo! Si trova a 650 anni luce da noi, è “chiuso a chiave” con la sua stella, il che significa che ha un lato costantemente rivolto verso la stella. Il gigante gassoso è circa tre volte più grande del nostro Giove e brucia a una temperatura di 4.315 gradi Celsius. Questo è più caldo della maggior parte delle stelle e quasi caldo come la superficie del nostro Sole, che brucia a 5.505 gradi Celsius. Tra qualche milione di anni KELT-9b avrà bruciato tutti i suoi gas e sparirà, lasciando solo la sua stella solitaria.

GJ-1214b pianeta di acqua
GJ-1214b pianeta di acqua

I più bizzarri pianeti del cosmo:  GJ 1214b

GJ 1214b è un enorme “mondo acquatico” tre volte più grande della Terra che si trova a 42 anni luce dal nostro sistema solare. L’acqua della Terra è pari allo 0,05% della sua massa, mentre l’acqua di GJ 1214b contribuisce al 10% della sua massa! Si ritiene che GJ 1214b abbia oceani che possono raggiungere profondità fino a 1.600 km. Al contrario, la parte più profonda dei nostri oceani è la Fossa delle Marianne nell’Oceano Pacifico, profonda 11 km. Abbiamo esplorato solo il 5% dei nostri oceani e abbiamo trovato innumerevoli creature incredibili che non ci saremmo mai aspettati di esistere. Immagina quali orrori si trovano nelle acque profonde di GJ 1214b!

PSR J1719-1438b pianeta diamante
PSR J1719-1438b pianeta diamante

I più bizzarri pianeti del cosmo:  PSR J1719-1438 b

PSR J1719-1438 b è un pianeta fatto di puro diamante! Un grande pianeta a base di carbonio con un diametro all’incirca cinque volte quello della Terra, PSR J1719-1438 b si trova a circa 4.000 anni luce dal nostro sistema solare. A causa dell’immensa pressione causata dall’attrazione gravitazionale del pianeta, il carbonio è stato condensato, formando un gigantesco diamante. Questo esopianeta orbita attorno a un pulsar millisecondo denominato PSR J1719-1438. Gli astronomi credono che la pulsar fosse una volta una stella massiccia che divenne un corpo stellare in una supernova. Queste rare pulsar del millisecondo sono presumibilmente formate mangiando il materiale da una stella compagna. In questo caso, la stella compagna era probabilmente una nana bianca, che è ciò che il nostro Sole diventerà quando morirà. Una nana bianca è un residuo che non ha più combustibile nucleare. Qui, il pulsar millisecondo probabilmente ha mangiato il materiale dalla sua compagna nana bianca. Con solo lo 0,1% della sua massa rimasta, la nana bianca ha formato un esotico compagno cristallino alla pulsar, il pianeta diamante.

Kepler-16b new Tatooine
Kepler-16b new Tatooine

I più bizzarri pianeti del cosmo:  Kepler-16b

Kepler-16b è essenzialmente l’equivalente nella vita reale del pianeta Tatooine di Star Wars. Questo perché Kepler-16b è uno dei pochi esopianeti mai trovati che orbita attorno a un sistema stellare binario. Kepler-16b ha la massa di circa 105 Terre ed ha 8,5 volte il raggio del nostro mondo. Questo esopianeta ha un’atmosfera composta da idrogeno, metano e piccole quantità di elio. A circa 200 anni luce dal nostro sistema solare, Kepler-16b completa un’orbita attorno alle sue due stelle in 627 anni della nostra Terra. Sebbene possa sembrare Tatooine , Kepler-16b non può supportare la vita.

Kepler 10b pianeta di lava
Kepler 10b pianeta di lava

I più bizzarri pianeti del cosmo:  Kepler-10b

Kepler-10b è il più piccolo esopianeta scoperto finora e crediamo che la superficie sia coperta da oceani di lava. A circa 560 anni luce dalla Terra, Keplero-10b è stato il primo pianeta roccioso scoperto al di fuori del nostro sistema solare, a segnare il primo passo del genere umano verso un futuro di esplorazione dello spazio. La superficie raggiunge temperature fino a 1.400 gradi Celsius. Come risultato, le rocce sulla superficie si sciolgono, si raggruppano in vaste aree e causano enormi oceani di lava sparsi sulla piccola superficie dell’esopianeta. A causa della sua alta densità, si ritiene che Kepler-10b contenga un’alta quantità di ferro, il che farebbe apparire la lava con una tonalità più brillante del rosso.

TrES-2b pianeta oscuro
TrES-2b pianeta oscuro

I più bizzarri pianeti del cosmo:  TrES-2b

TrES-2b è l’esopianeta più scuro mai trovato, riflettendo meno dell’1% della luce solare che lo colpisce. Questo lo rende più scuro del carbone o della vernice acrilica nera. In realtà è un miracolo che abbiamo trovato il pianeta perché la luce era così scarsa. Ciò solleva una domanda importante: quanti pianeti extrasolari ci mancano a causa della mancanza di luce? TrES-2b è a circa 750 anni luce dal nostro sistema solare. La sua atmosfera contiene sodio vaporizzato, potassio e ossido di titanio, che assorbono tutti la luce. Tuttavia, è ancora un mistero sul perché il pianeta sia così buio, un mistero che potrebbe non essere mai risolto.

HD-189733b pianeta dove piove vetro
HD-189733b pianeta dove piove vetro

I più bizzarri pianeti del cosmo:  HD 189733b

Forse uno dei pianeti extrasolari più interessanti è HD 189733b, che si trova a 63 anni luce di distanza, dove piove vetro. Letteralmente. Sì, hai capito bene. I venti di questo pianeta infernale possono raggiungere velocità fino a 8.700 chilometri all’ora, causando la caduta di strane precipitazioni laterali. Un’atmosfera di silice concentrata fa sì che le nuvole del pianeta facciano piovere vetro fuso che si indurisce mentre cade. Il vento di HD 189733b spinge il vetro a tali velocità che i frammenti volano in aria orizzontalmente, affettando tutto sul loro percorso. Immagina di rimanere bloccato in quella tempesta!

255-Cancri-e pianeta con strana acqua
255-Cancri-e pianeta con strana acqua

I più bizzarri pianeti del cosmo:  55 Cancri e

55 Cancri e è talmente chiuso al suo sole che ha acqua sia liquida che gassosa sulla sua superficie. Questo esopianeta orbita 25 volte più vicino alla sua stella di quanto Mercurio faccia al nostro Sole e completa la sua orbita in sole 18 ore. 55 Cancri e è estremamente veloce ed è “chiuso a chiave” con la sua stella, un lato guarda costantemente il sole e l’altro no. Di conseguenza, l’acqua rivolta verso la stella si trova in uno stato supercritico, causando allo stesso tempo sia un liquido che un gas. 55 Cancri e ha una massa di circa 7,8 volte quella della Terra, ed è all’incirca due volte la dimensione del nostro pianeta.

CoRoT-7b pianeta dove nevica rocce
CoRoT-7b pianeta dove nevica rocce

I più bizzarri pianeti del cosmo:  CoRoT-7b

CoRoT-7b è un esopianeta bizzarro perché nevica rocce! Come molti altri esopianeti, è “chiuso a chiave” con la sua stella. Il lato rivolto verso il sole raggiunge temperature fino a 2.200 gradi Celsius, mentre l’altro lato scende fino a -210 gradi Celsius. La lava sul lato stella viene riscaldata così tanto che evapora molto come l’acqua sul nostro pianeta. Questo crea grandi nuvole di pietra che in seguito si condensano sul lato relativamente più freddo del pianeta, dove piovono grandi rocce. Se potessimo sopravvivere alle temperature estreme di questo pianeta, sarebbe uno spettacolo da vedere. Sul lato più caldo, piove magma. Sul lato più freddo, il magma si indurisce prima di colpire il suolo (proprio come fa la neve sulla Terra). Questo crea neve di roccia che ti ucciderebbe se ti trovassi in sua presenza.

Share
Precedente Manna, cibo da Dio o da una macchina? Successivo Piccolo asteroide: perché la NASA non può salvarci