Sangue RH negativo: sappiamo tutto?

Dopo l’enorme interesse suscitato dal nostro precedente articolo “Se hai sangue RH negativo discendi dai Nephilim”, abbiamo deciso di approfondire ulteriormente l’argomento e darvene i risultati: il sangue RH negativo è una linea di sangue esotica o una mutazione casuale? Abbiamo tutti qualche nozione a proposito di “gruppi sanguigni” e che accanto alla indicazione del “gruppo”di appartenenza  troviamo anche l’indicazione del “Fattore RH” che può essere positivo o negativo. Ma cosa è esattamente?

Sangue RH negativo
Sangue RH negativo

Sangue RH negativo: cos’è?

“RH” sono le prime due lettere del termine inglese “Rhesus” che identifica una scimmia (il macaco), primate sul quale è stato identificato per la prima volta nel 1939-1940. Il “fattore RH” è un tipo di antigene (sostanza in grado di essere riconosciuta dal sistema immunitario) che si può trovare sulla superficie dei globuli rossi. Gli antigeni genericamente denominati RH sono circa 30, ma a noi interessa quello denominato “antigene D” (è un antigene formato da una molecola di natura proteica): è la sua presenza o assenza che distingue il sangue in RH positivo o RH negativo. La presenza quindi dell’antigene D, e cioè l’avere un RH positivo, dimostra chiaramente la parentela con le scimmie. La presenza di questa “parentela” non desta in noi alcuna sorpresa (vedi teoria evoluzionistica di Darwin), la sorpresa invece sta nel fatto che alcuni (un 15% circa della popolazione mondiale) ne è invece sprovvisto. Gli studi fatti hanno dimostrato che il fattore RH negativo è apparso sul nostro pianeta circa 35.000 anni fa e che ha una diffusione disuniforme: è molto forte in alcune aree geografiche circoscritte mentre è praticamente assente in Asia.  L’ipotesi più dibattuta che è stata avanzata è che il fattore RH negativo sia stato introdotto nel genoma umano da una fonte esterna, cioè ci sarebbe stata una specie aliena che avrebbe manipolato la vita preesistente per creare l’uomo moderno. E le due linee di sviluppo dei nostri progenitori: l’uomo di Neanderthal, specie estinta, e l’homo sapiens dalla quale discendiamo, starebbero a dimostrarlo.

Sangue RH negativo: compatibilità con nascituro.

Abbiamo detto che la maggior parte delle persone (85%) hanno il sangue RH positivo, ma ci sono anche casi, tuttavia, in cui le persone hanno il sangue RH negativo ed in questi casi possono verificarsi problemi di salute per il nascituro di una madre RH negativo quando il bambino è RH positivo, questo ha portato alcuni a suggerire che il sangue RH negativo deve essere di origine non umana. Le teorie vanno da quelle soprannaturali come l’essere divino, discendenza o appartenenza a un gruppo di persone divinamente scelte, o spiegazioni scientifiche e pseudoscientifiche come l’incrocio con gli extraterrestri. La maggior parte degli scienziati che hanno studiato il gruppo sanguigno ha concluso che è molto probabilmente solo una mutazione casuale. Questa spiegazione sembra essere la più coerente con le prove disponibili e quella che è maggiormente in grado di sopportare il Rasoio di Occam (“a parità di elementi la soluzione di un problema è quella più semplice e ragionevole”). Ciò che è insolito nel sangue RH negativo è che il gene per esso è sorprendentemente comune nonostante sia potenzialmente dannoso quando una donna RH negativo è incinta di un bambino RH positivo, il sangue della madre è essenzialmente tossico per il bambino. Per alcune persone, sembra che il corpo della madre stia rigettando il bambino, il che li ha indotti a suggerire forse il motivo: il rigetto è l’incompatibilità basata sul fatto che madre e figlio siano di specie diverse, altri suggeriscono che i lignaggi con il gene per il sangue RH negativo sono semplicemente speciali in qualche modo e non erano destinati a essere mescolati con lignaggi che sono prevalentemente RH positivo.

Sangue RH negativo: lignaggi.

Una popolazione che contiene una frequenza insolitamente alta del gene per il sangue RH negativo sono i baschi della Spagna nord-orientale. I baschi hanno la più alta incidenza del gene tra tutte le popolazioni del mondo. I baschi parlano anche una lingua non-indoeuropea e hanno marcatori genetici che precedono l’ascesa dell’agricoltura. Ciò ha portato a ipotizzare che il sangue RH negativo sia legato alle origini Cro-Magnon risalenti al periodo paleolitico superiore in Europa. Tra le teorie più esotiche c’è l’idea che il gene RH negativo rappresenti un ramo separato dell’umanità che si è congiunto con il ramo uscito dall’Africa. Qualcuno è arrivato a dire che quelli con sangue RH negativo sono discendenti della razza Hyperborea (la razza umana originale?). I seguaci di questa idea ritengono che questa mitica razza fosse bionda e con gli occhi azzurri e che includesse la maggior parte dei maestri spirituali più importanti della storia, incluso Gesù. Alcune persone che non sono soddisfatte dell’idea che quelli con sangue RH negativo sono un’altra forma di umanità, hanno suggerito che il tratto proviene da extraterrestri che si sono incrociati con gli umani o hanno creato esseri umani attraverso l’ingegneria genetica.

Sangue RH negativo: il ruolo della genetica.

Questo tratto inusuale può, tuttavia, essere spiegato anche in termini di relativa genetica umana ordinaria e selezione naturale. Una possibilità è che il gene per il sangue RH negativo abbia qualche tipo di vantaggio selettivo che superi le conseguenze negative. Un esempio noto di questo fenomeno sarebbe il caso dell’anemia falciforme e della malaria. Un’ampia percentuale della popolazione nell’Africa occidentale, dove la malaria è comune, è costituita da portatori del gene dell’anemia falciforme, sebbene non abbiano la malattia in sé. Il motivo è che il solo portatore del gene dell’anemia falciforme conferisce alla persona portatrice l’immunità alla malaria. Anche se l’anemia falciforme è dannosa, anche mortale, portare il gene dà un vantaggio selettivo e quindi è molto più comune di quello ci si aspetterebbe. Scienziati che studiano gli effetti del sangue RH negativo hanno scoperto che gli individui portatori sono più resistenti ad alcuni parassiti come il toxoplasma che può minacciare i nascituri. È stato anche scoperto che ci sono più portatori del gene in aree in cui il toxoplasma è più comune. Questo suggerisce che i portatori di sangue RH negativo potrebbero essere più comuni del previsto perché c’è un vantaggio selettivo positivo, una maggiore resistenza ai parassiti, che supera il negativo.

Sangue RH negativo: potrebbe provenire dagli extraterrestri?

La spiegazione extraterrestre è la più problematica tra tutte perché il gene RH negativo è chiaramente una variazione di un gene completamente umano. A meno che non sia stato specificamente progettato da extraterrestri da un gene umano preesistente, è improbabile che provenga da qualcosa di diverso dall’Homo Sapiens. L’altro problema è il risultato dell’ibridazione con gli extraterrestri è che gli extraterrestri hanno probabilmente una biologia e un genoma completamente diversi rispetto agli esseri umani. Il loro genoma potrebbe anche non essere basato sul DNA, ma su qualcos’altro come l’RNA o qualche forma esotica di deposito genetico che non si è mai evoluto sulla Terra. Ciò renderebbe qualsiasi improbabile ibrido se non impossibile. Come avrebbe detto l’astronomo Carl Sagan, “sarebbe più facile fare un ibrido uomo-tulipano, che un ibrido extraterrestre-umano”. L’improbabilità e l’incertezza delle altre opzioni rendono la spiegazione che il sangue RH negativo è solo una mutazione che è diventata comune in alcune popolazioni a causa di un vantaggio selettivo l’opzione più probabile. È anche quello che più facilmente sopravvive all’applicazione del Rasoio di Occam. Se questo tipo di sangue fosse dovuto a un’altra specie umana, per non parlare degli extraterrestri, molte altre assunzioni inutili che sono difficili da verificare devono essere fatte. Di conseguenza, l’evidenza indica attualmente poco più di una mutazione ordinaria come causa del fenotipo del sangue RH negativo.

In conclusione, noi rimaniamo dell’idea originale, anche perché è la più affascinante e si collega direttamente con la Bibbia: i portatori di sangue RH negativo sono gli ultimi eredi degli “angeli caduti” o Nephilim o giganti o degli antichi déi che si sono accoppiati in tempi remoti con “le figlie dell’uomo”.

Share
Precedente Piccolo asteroide: perché la NASA non può salvarci Successivo Le tasse assurde e ridicole di alcuni paesi

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.