Antico mega tsunami spaventa gli scienziati

Tsunami
Tsunami

Nel 2004, uno tsunami ha ucciso 250 mila persone nel sud-est asiatico. Quello che nel 2011 ha colpito il Giappone ha ucciso 20 mila persone. In questi disastri naturali le onde hanno raggiunto un’altezza di circa 30 metri. Un antico mega tsunami che i ricercatori hanno appena scoperto potrebbe aver raggiunto altezze di 170 metri.

Circa 73.000 anni fa, questo antico mega tsunami si è schiantato contro l’isola di Santiago, la più grande delle isole di Capo Verde al largo delle coste dell’Africa occidentale. Lì, i ricercatori hanno iniziato la loro indagine sull’ antico disastro quando si sono imbattuti in alcune rocce strane, LiveScience ha riferito. Questi enormi massi non corrispondevano al terreno vulcanico su cui si trovavano, erano di calcare, proprio come le rocce sulla riva dell’isola, ha detto il geologo Ricardo Ramalho. “All’inizio, siamo rimasti piuttosto perplessi per quello che abbiamo trovato nel campo, perché c’erano questi grandi massi sull’altopiano? Ci siamo invece entusiasmati quando ci siamo resi conto che l’unico modo per spiegare l’origine di quei massi era l’ impatto di un gigantesco tsunami.”

I ricercatori hanno usato modelli informatici per capire quanto era stata grande l’antica ondata capace di scagliare quei massi nell’entroterra ed hanno teorizzato la causa: una grande parte del fianco della isola vulcanica di Fogo si era sbriciolata e la caduta di 61 km cubi di roccia nell’oceano aveva innescato questo antico mega tsunami che viaggiava a 48 km/h ed è andato a schiantarsi contro Santiago, il Washington Post ha aggiunto. Lì, il fenomeno ha generato onde di 183 metri sulla scogliera ed è salito a 275 metri sul livello del mare (circa alto come la Torre Eiffel), portando grandi massi in cima all’altopiano dove, 73.000 anni dopo, gli scienziati li hanno trovati.

Che cosa è esattamente il crollo di una parete vulcanica? E’ paragonabile ad una valanga, questa con rocce, e sono possibili sulle isole vulcaniche perché subiscono una spinta dal fondo del mare.  Ogni volta che si è verificato, negli ultimi cento anni, è accaduto in una zona ristretta, cioè l’energia del crollo era circoscritta. Gli scienziati non erano sicuri di che cosa accadrebbe se si verificasse in mare aperto. Ora sanno: nel mondo antico, si è creata una gigantesca ondata che rappresenta una tra le più recenti calamità naturali dell’umanità. Un crollo del fianco di un vulcano può accadere senza preavviso, il che significa che un mega tsunami non è una prerogativa del mondo antico. Anche se in teoria, potrebbe accadere anche oggi, Ramalho è convinto, uno è proprio dietro l’angolo. Tali valanghe di roccia non sono sempre catastrofici, né creano automaticamente un mega tsunami. “Il nostro lavoro mostra che dobbiamo essere vigili e che non dobbiamo sottovalutare la minaccia rappresentata da crolli vulcanici e lo tsunami che innescano, ma il nostro lavoro non implica che un crollo sta per accadere su Fogo o altrove. Ogni vulcano deve essere monitorato e analizzato separatamente e nel dettaglio. “

Ora che hanno scoperto l’antico mega tsunami, i ricercatori studiano più da vicino Fogo e altri vulcani per capire se possono accartocciarsi in mare in qualunque momento nell’immediato. “C’è una crescente consapevolezza che rischi geologici estremi come questi alla fine, un giorno posso accadere, quindi tanto vale freddamente e realisticamente vedere cosa si può fare per mitigarne gli effetti”, ha aggiunto Ramalho. Fogo è uno dei più grandi e più attivi vulcani insulari del mondo ed erutta circa ogni 20 anni. Lo scorso autunno è successo e sono stati sfollati 1.200 persone, Santiago è a circa 55 km da Fogo.

Neanche gli Stati Uniti possono essere immuni da un moderno mega tsunami. L’isola di La Palma in Spagna ha un vulcano attivo chiamato Cumbre Vieja, e se scoppiasse, potrebbe precipitare abbastanza roccia nell’ Atlantico e creare un’onda alta 900 metri, un ricercatore di tsunami teorizza. Devasterebbe le isole vicine e la costa occidentale dell’Africa, e dopo, mentre le onde sono alte ancora 50 metri, la Florida.

Share
Precedente Canone Rai: Renzi torna a volerlo sulla bolletta elettrica Successivo Il Sistema Solare conosciuto e distanze dal Sole