Aria canadese imbottigliata venduta in Cina

Aria canadese venduta in Cina per combattere la terribile aria inquinata che affligge i cinesi e che sta causando tanti problemi per la salute. Sembra un film di Totò ma è la realtà, in Cina in questi giorni sono state vendute delle lattine di “aria fresca e pulita” proveniente dal Canada, centinaia di migliaia di lattine vendute in meno di due settimane. Mentre l’inquinamento atmosferico della Cina continua a peggiorare, gli imprenditori di tutto il mondo traggono profitto dalla crisi cinese, una società canadese ha iniziato a commercializzare lattine piene di aria, tonificante aria di montagna sostiene la società canadese, e malgrado il costo queste lattine stanno andando a ruba al modico costo di $ 14 a lattina, per arrivare anche a $ 28 per contenitori più grandi.

Aria canadese imbottigliata

Una start-up canadese, denominata Vitality Air, sta effettuando grosse vendite di contenitori di aria canadese fresca di montagna in Cina, approfittando dell’aria inquinata che affligge quel paese. La società ha rivelato che un primo lotto di 500 taniche piene di aria fresca dalla città Rocky Mountain di Banff (una stazione sciistica) il mese scorso è andato esaurito in sole due settimane. Lo slogan pubblicitario della Vitality Air è quanto meno cinico: “La Cina ha dichiarato allarme rosso per smog. Hai bisogno di una boccata d’aria fresca? Scopri i nostri prodotti!”. Parlando del prodotto dell’azienda e la richiesta, Troy Paquette, uno dei co-fondatori di Vitality Air, ha dichiarato: “Essenzialmente stiamo vendendo aria. Pulita, bella, fresca aria di montagna di Banff. Ora stiamo prendendo un sacco di pre-ordini per la nostra spedizione imminente. Ci stiamo avvicinando al contrassegno 1000”. Il rappresentante di Vitality Air in Cina ha rivelato che un lotto di bottiglie di aria canadese destinato a “Taobao” (una specie di e-Bay cinese) è andato esaurito in pochi minuti ed il mercato è in continua espansione.

Principale cliente della società è la Cina, dove la domanda è alle stelle dovuta a livelli pericolosi di inquinamento. La maggior parte delle città della Cina è inghiottita da uno spesso strato di smog. I picchi di smog sono in inverno, quando le case e le centrali elettriche a carbone bruciano in eccesso per mantenere caldo. L’inquinamento risultante sta soffocando il paese e causando gravi problemi di salute. L’inquinamento atmosferico della Cina è cronico già da alcuni anni a causa dell’industrializzazione dilagante e delle aziende che palesemente bruciano combustibili fossili, peggiorando il problema, ha detto Zhang Bin, un funzionario del dipartimento di protezione ambientale della città di Changchun. “Molte città in Cina, tra cui le province nord-est, utilizzano il carbone come il generatore di calore principale, il che spinge verso l’alto i livelli di inquinamento atmosferico”. L’inquinamento ha costretto il paese ad emettere il suo primo “allarme rosso” sempre su alti livelli di particelle nocive nell’aria. Pechino ha esortato le istituzioni educative locali di chiudere temporaneamente, e sono state imposte restrizioni alle fabbriche. Il paese sta anche cercando di liberare le sue strade di veicoli vecchi, obsoleti e inquinanti, ha riferito il Christian Science Monitor. Il particolato atmosferico in corso in Cina ha raggiunto i 50 volte oltre i livelli di sicurezza raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Respirando l’aria inquinata è come fumare più pacchetti di sigarette al giorno. Le condizioni meteo in inverno mantengono l’aria sporca intrappolata vicino al suolo contribuendo ulteriormente al problema. L’inquinamento atmosferico sta attualmente uccidendo una media di 4.000 persone al giorno nel paese

La Vitality Air, creata nel 2014 da Mosè Lam e Troy Paquette, vende essenzialmente aria naturale compressa. La stazione di rifornimento della società è situata nelle montagne rocciose in Alberta, Canada occidentale. La regione è la patria di più di 600 laghi, consentendo all’aria di essere satura di ossigeno. La stazione di servizio stipa l’aria fresca di montagna utilizzando queste bombolette pressurizzate in quantità variabili che poi vengono spedite in Cina, dove vengono vendute ai clienti che sono privi della più elementare di tutte le necessità: aria respirabile pulita. La Vitality Air commercializza i suoi barattoli di aria canadese imbottigliata in Cina come “la soluzione per l’inquinamento”, ma vendere aria compressa non è sicuramente una soluzione a lungo termine, la soluzione ottimale sarebbe quella di ridurre drasticamente le cause dell’inquinamento, ma ci vuole tempo, molto tempo, forse troppo.

 

Share
Precedente La Porta del Paradiso si trova in Cina Successivo Scoperto un nuovo e vicino pianeta abitabile simile alla Terra