Terminator potrebbe diventare una realtà

I robot intelligenti, AI (intelligenza artificiale), sarebbero capaci di distruggere l’umanità come nel film Terminator interpretato da Arnold Schwarzenegger.

Terminator, foto dal film omonimo
Terminator, foto dal film omonimo

Lasciare il libero pensiero agli AI robot potrebbe finire col distruggere l’umanità o addirittura cambiare completamente ciò che significa essere umano, ha avvertito uno scienziato. Il dottor Amnon Eden ha detto deve essere fatto di più per esaminare i rischi di proseguire verso un mondo artificiale. Egli ha avvertito che ci stiamo avvicinando al punto del non ritorno, in termini di AI, senza una corretta comprensione delle conseguenze. “Il nuovo anno ha bisogno di cambiare la polemica male informata sostituendola con una analisi meglio informata del potenziale impatto di AI e delle sue applicazioni. Nel 2016 l’analisi dei rischi deve acquisire un ruolo molto maggiore nel pensiero di responsabili politici e decisionali, di governi e società.”

Il dr Eden è il principale del Progetto Sapienza, un tavolo di lavoro che è stato costituito per esaminare il potenziale impatto dirompente della intelligenza artificiale. La fantascienza ha regolarmente esplorato la possibilità che i robot potrebbero distruggere il genere umano, come nel famoso film Terminator interpretato da Arnold Schwarzenegger. La posizione del dottor Eden arriva dopo che il professor di Oxford Nick Bostrom ha detto che la super-intelligenza artificiale può “passare al punto in cui i suoi obiettivi non sono compatibili con quella degli esseri umani”. Egli ha sostenuto che, a differenza dei cambiamenti climatici e l’ingegneria genetica, dove ha detto che i governi di tutto il mondo stanno mettendo in moto meccanismi per ridurre al minimo i rischi di quello che sono, “nulla è stato fatto per controllare l’avanzamento di AI”.

Il dr Amnon Eden ha analizzato i potenziali rischi dicendo: “Un computer è fondamentalmente una scatola e ciò che accade in esso è tutto ciò che è possibile realizzare, quindi se diciamo che le persone nei paesi freddi possono morire se non hanno riscaldamento, e questo è male, come possiamo sapere se il computer sta facendo bene, come possiamo definire se è quello buono o amichevole in realtà? Il risultato della singolarità, non può essere che l’AI è dannoso, ma può anche darsi che non è in grado di pensare fuori dalla sua scatola e non ha idea della morale umana. L’altra preoccupazione sulla intelligenza artificiale è un tema che Hollywood ha utilizzato per anni e che è l’aumento dei Terminator, tipo l’essere umano e la lotta per la sopravvivenza contro un esercito di nemici robot mutanti gestiti da una consapevole AI chiamata Skynet”.

Eden ha sostenuto che il punto cruciale se AI sarà di beneficio o qualcosa di più sinistro è conosciuta come la singolarità tecnologica. “Questo è basato sulla intelligenza della macchina di entrare in una reazione di fuga dai cicli di auto-miglioramento, ciascuno essendo più veloce di quello precedente e ad un certo punto non saremo più in grado di fermarlo. A quel punto, quando i computer saranno in grado di pensare per se stessi, nessuno può ancora prevedere se questo si tradurrà nel caos o in un mondo di gran lunga migliore. Un esempio di base di questo è che ad alcuni super computer viene chiesto di rendere le persone più sane. Ora, dobbiamo decidere cosa si può fare per proteggerci o si deve arrivare al punto in cui il computer cercherà di schiacciare la razza umana? Si spera che ci sia un dibattito polarizzante circostante uno scenario radicalmente diverso in cui la capacità cognitiva umana è amplificata dalla bio-intelligenza.

Questo potrebbe significare che un chip viene inserito e collegato al cervello per fornire una quantità enorme di informazioni che non sarebbero disponibili a qualsiasi singola persona. “Mentre in molti modi questo potrebbe essere utile, se non controllato che cosa succederà se quel chip riuscisse a riprogrammare se stesso? Sarebbe l’età dell’essere sovrumano in un’epoca dove la nozione di essere umano è passata? Sappiamo tutti che l’informatica sta diventando sempre più veloce e più complessa ogni anno e il mondo ha bisogno di essere alla ricerca di una possibilità per noi di controllare AI in un modo che sarà utile a tutti noi. Che si tratti di auto senza conducente e come reagirà di fronte a un incidente potenzialmente fatale, o il commercio con i computer per manipolare i mercati azionari del mondo o l’ascesa di armi autonome, di questo i governi e le aziende globali devono cominciare a prendere la super intelligenza più seriamente ed assumere decisioni strategiche, ora”. Attualmente ci sono robot che costruiscono altri robot e apparecchiature elettroniche intelligenti ed i droni armati stanno sostituendo i soldati in guerra. Terminator è in agguato, pronto a distruggerci tutti, sarà la fine del mondo?

Share
Precedente La foto shock di una croce nel cielo che fa discutere Successivo Scoperto un pianeta gigante ai confini del Sistema Solare