Bambini nepalesi venduti come schiavi nel Regno Unito

Molti bambini nepalesi sopravvissuti al terribile terremoto che ha sconvolto il Nepal il 25 aprile 2015 sono stati venduti come schiavi a famiglie inglesi.

Bambini nepalesi
Bambini nepalesi

Una sconvolgente indagine del quotidiano inglese The Sun ha appurato un traffico di schiavi che coinvolge bambini, per l’esattezza i bambini nepalesi sopravvissuti al terremoto dello scorso anno in Nepal. I bambini nepalesi vengono venduti a ricche famiglie inglesi per lavorare come schiavi domestici. The Sun ha rivelato che questi bambini e bambine sono giovani, mediamente 10 anni, e vengono venduti per £ 5.250 (€ 6.585) l’uno da bande di schiavisti al mercato nero in un commercio che funziona presumibilmente nello stato del Punjab dell’India, vicino al confine nepalese. Il ministro degli Affari Interni inglese Theresa May ha risposto alle affermazioni del giornale incaricando la Nacional Crime Agency (NCA) di indagare sulla questione. “Incoraggiamo The Sun a condividere le sue conclusioni preoccupanti con la polizia e la Nacional Crime Agency in modo di potere intraprendere un’azione appropriata contro i vili criminali che traggono profitto da questo turpe commercio”, ha detto la signora May in un comunicato. “Nessun bambino, in qualsiasi parte del mondo, dovrebbe essere portato via dalla sua casa e costretto a lavorare in condizioni di schiavitù” ha continuato il ministro, “Ecco perché abbiamo introdotto la legge Modern Slavery Act (atto moderna schiavitù) lo scorso anno, che comprendeva protezioni avanzate per i bambini potenziali vittime di schiavitù e pene fino all’ergastolo per i colpevoli”. Una nota della Nacional Crime Agency denuncia che sono stati identificati 3.266 bambini come potenziali vittime di tratta nel Regno Unito.

Il 25 aprile del 2015, un tremendo terremoto di magnitudo 7.8 ha ucciso circa 9.000 persone in Nepal, lasciando la popolazione con un disperato bisogno di aiuto e sicurezza. Molti i bambini rimasti orfani e sbandati, molte le persone che hanno cercato rifugio in India. Il giornale The Sun ha riferito che le bande del traffico stanno predando i figli dei profughi nepalesi, così come i bambini provenienti da famiglie povere indiane. Il giornale ha contattato Makkhan Singh, uno schiavista, tramite una sua giornalista sotto copertura spacciatasi per una ricca Sikh che vive nel Regno Unito, la giornalista ha finto di essere interessata ad acquistare bambini. Singh ha detto: “Abbiamo fornito molti bambini che sono andati nel Regno Unito. La maggior parte di quelli che vengono presi in Inghilterra sono bambini nepalesi. Per la fornitura di un bambino servono minimo 500.000 rupie (€ 6.640). Avrà altri costi dovuti a portarlo nel Regno Unito, ma questa è vostra responsabilità, un di più di quello che paga a noi. Prendi un Nepalese e lo porti in Inghilterra. Sono brave persone. Sono bravi a fare tutte le faccende domestiche e sono ottimi cuochi. Nessuno sta per venire dopo di te”. Singh ha poi detto che l’India è invasa da bambini, aggiungendo: “Il Nepal è stato distrutto e tutti i nepalesi sono qui. Tu fai l’affare, mi paghi il denaro e hai via libera, compri i bambini nepalesi e il gioco è fatto”.

Secondo NCA nel 2013 ci sono state 10.000-13.000 vittime della schiavitù moderna in Gran Bretagna, ma solo 1.746 vittime potenziali hanno usufruito del meccanismo di riferimento nazionale (NRM). Lo scorso anno i numeri sono quasi raddoppiati: 3.266 bambini nel Regno Unito sono stati identificati come potenziali vittime della tratta. In Europa e nel mondo i numeri sono sconosciuti ma certamente più alti ed allarmanti, ancora oggi il turpe mercato degli schiavi continua a proliferare sfruttando i più indifesi, i bambini ed i poveri.

 

Share
Precedente La Juventus saluta e se ne va, Napoli a 6 punti Successivo Le cose che dovete sapere su Panama Papers