Fine del mondo: i modi in cui la Terra e l’Universo potrebbero morire

La fine del mondo e la fine dell’Universo sono strettamente legate tra loro ma questo non toglie che la fine del mondo potrebbe avvenire molto tempo prima.

The Big Crunch e la fine del mondo
The Big Crunch e la fine del mondo

Mentre scienziati delle NASA lavorano continuamente per trovare il modo di proteggerci da catastrofi, come gli asteroidi, ed il nostro pianeta è a corto di risorse, c’è una cosa dalla quale nessuno sarà mai in grado di proteggerci: la fine dell’Universo. Alcune previsioni dicono che l’Universo e tutto ciò che conosciamo cesserà di esistere entro 22 miliardi di anni, ma altri scienziati sostengono che l’Universo è entrato nella sua vecchiaia e gli rimangono solo 2,8 miliardi di anni, e tutto finirà. Vi sembrano molti? Cosa potrà succedere? Di una cosa la maggior parte degli scienziati sono d’accordo, è che l’Universo morirà. Ma un altro tema di dibattito accoppiato con il quando è il come. Ci sono diverse teorie al riguardo del come avverrà l’inevitabile fine del mondo e dell’Universo.

  • The Big Rip : Forse la teoria più comune è che l’universo finirà per strapparsi e a spezzettarsi. E’ stato in continua espansione fin dalla sua formazione teorizzata a quasi 14 miliardi di anni fa, con le galassie sempre più distanti tra loro per tutto il tempo. Lo spazio tra le galassie potrebbe essere riempito da materia oscura, che si ritiene contrasti gli effetti della gravità. Con più materia oscura, gli effetti della gravità diventano più deboli, provocando un’espansione dell’Universo sempre più veloce e più rapida, fino a raggiungere la velocità della luce. Con una gravità non abbastanza forte per tenere tutto insieme, le galassie comincerebbero a strapparsi a pezzi, seguite da buchi neri, stelle, fino a quando tutto è stato fatto a pezzi, fino al punto in cui tutto è solo particelle galleggianti tutt’intorno.
  • Il Big Crunch e il Big Bounce : Invece di espandersi nel nulla, alcuni ambienti ritengono che la materia oscura può diventare più debole o meno in termini di volume nel corso del tempo, permettendo alla gravità di vincere la battaglia. In questo caso, la forza di gravità farà contrarre tutto su se stesso. Questo potrebbe richiedere migliaia di miliardi di anni, ma vorrebbe dire che le galassie cominciano a scontrarsi tra di loro, causando un rapido innalzamento della temperatura dell’Universo. Sarà talmente caldo che anche le stelle finirebbero arrosto. Momenti prima del Big Crunch, gli atomi finirebbero a pezzi sotto la pressione intensa prima che i buchi neri ingoino tutto, compreso se stessi, e la fusione finisca in un unico grande buco nero che alla fine si consumerà. Tuttavia, alcuni ritengono che questa non è la fine e che l’Universo ha già attraversato questo ciclo prima. Una volta che l’Universo sarà più compatto, è possibile che particelle si scontrino tra loro, provocando un’altra volta il Big Bang, riprendendo ad espandersi e quindi l’Universo ripeterebbe una teoria conosciuta come The Big Bounce.
  • La morte di calore : Molto simile al Big Rip è la morte di calore, altrimenti nota come il grande gelo, la teoria suggerisce che l’Universo continuerà ad espandersi, piuttosto che strapparsi a pezzi, si espanderà fino a quando non sarà il nulla. Diventando più grande, la materia e l’energia sono uniformemente diffuse in tutto l’Universo fino a quando la temperatura comincia a declinare fino a raggiungere lo zero assoluto. Inoltre, siccome l’energia, la materia e le materie prime sono diffuse e saranno troppo distanti, non ci sarà abbastanza energia concentrata per creare nuove stelle. Le vecchie stelle moriranno una ad una, facendo diventare l’Universo nero come la pece, come se non ci fosse nulla lì.
  • The Big Slurp : Una teoria più recente che è venuto alla luce è l’idea del The Big Slurp. La teoria è nata dopo la scoperta della particella di Higgs, avvenuta nel 2012, e si è pensato che l’Universo è in uno stato instabile. Se è in uno stato instabile, in miliardi di anni potrebbe arrivare oltre il bordo, causando una bolla in espansione, possibilmente in un altro universo. La bolla inizierà ad espandersi ad un ritmo rapido, annientando tutto sul suo cammino, aprendo la strada per un nuovo universo.
  • L’Universo è eterno : Mentre la Big Bang Theory è largamente accettata, non è mai stato dimostrato che conduce ad alcune certezze che l’universo e il tempo ci sono e sempre ci saranno. Satelliti come il Planck, sono stati inviati nello spazio per monitorare i modelli di radiazione di fondo per le quali i diversi livelli dovrebbero indicare come e se l’Universo è stato creato in un unico punto nel tempo. Se saremo in grado di monitorare correttamente le radiazioni, gli scienziati saranno in grado di dire quando l’Universo è cominciato e come o se andrà a finire.

Certo con queste teorie la fine del mondo avverrà tra molti milioni di anni, salvo una catastrofe o la stessa mano dell’uomo, ma siccome non conosciamo appieno l’Universo e tutte le sue regole, nulla si può escludere, tutto può avvenire domani o tra 2 miliardi di anni.

 

Share
Precedente Hiroyuki e Yoriko: incredibile amicizia tra uomo e pesce (video) Successivo La popstar Irma Bule muore sul palco morsa dal suo cobra