Trovate antiche piramidi alle Hawaii?

Hawaii è sicuramente uno dei luoghi più belli sulla superficie del pianeta e ha sempre attirato molti turisti a causa del suo ambiente unico e paradisiaco. Belle spiagge, belle isole, panorami stupendi, mare incantato e tanta gente. Tuttavia, dopo che un turista ha scattato le foto di strutture particolari su una delle isole, la gente ha iniziato a parlare di quelle che sembrano essere enormi strutture piramidali circondate dall’oceano. La foto scattata alle Hawaii mostra ciò che alcuni definiscono come una ordinaria formazione geologica, ma molto simmetrica e di forma ben definita. Secondo molti altri, invece, mostrerebbe la presenza di una antichissima ed erosa piramide.

Piramide Hawaii
Piramide Hawaii

Molte persone in tutto il mondo credono che ci sono piramidi su tutti i continenti del pianeta, in Egitto, Messico, Asia, sono stati costruiti questi monumenti enigmatici migliaia di anni fa per uno scopo sconosciuto. Secondo un’ipotesi proposta da William “Pila” Chiles nel suo libro “I segreti e i misteri delle Hawaii: una chiamata per l’anima”, le piramidi potrebbe essere stata costruita su una delle isole Hawaii da una antica cultura condividendo una connessione con altre piramidi sulla Terra, attraverso la configurazione di una antica griglia planetaria. “Le Hawaii sono un luogo che tutto il mondo conosce come un paradiso e uno dei luoghi più remoti della Terra, ma può tenere un indizio per tutta l’umanità durante il momento cruciale della sua storia. Pila spiega perché Hawaii è il crocevia di tutti i nostri misteri. Il popolo delle Hawaii, le loro leggende e la cultura, anche la posizione delle isole, detengono una chiave che potrebbe sbloccare una porta gigante e rivelare il percorso per il nostro futuro. Pila delle Hawaii vi condurrà in un viaggio nel tempo e catturare la vostra anima con il potere di trasformare la vita che i sacri siti delle isole, il folklore e i miti portano a coloro che sono disposti a cercarla. Sia che stiate progettando un viaggio in questo paradiso tropicale o siate alla ricerca di una conoscenza più approfondita nel vostro spirito, questo libro vi introdurrà in un mondo di raffinata bellezza e potenza”.

Come scrive nel suo libro Chiles, la piramide o piramidi in questo caso, si trovano sull’isola di Oahu, circa 8 km da Punaluu, la famosa spiaggia di sabbia nera. Una foto scattata da un fotografo dilettante sembra ritrarre queste piramidi. La foto mostra ciò che alcuni definiscono come una ordinaria formazione geologica, ma molto simmetrica e di forma ben definita. Secondo molti altri, invece, mostrerebbe la presenza di una antichissima ed erosa piramide. Le foto delle presunte strutture sono state pubblicate sul “Exploration Hawaii”, ma poi cancellate per un motivo sconosciuto. Avventurandosi in ipotesi anche complesse, Chiles suggerisce che Hawaii è uno dei pochi luoghi sulla Terra che ancora conservano la prova dell’esistenza della civiltà di Atlantide, che si ritiene sia esistita circa 13.000 anni fa, quando un evento catastrofico ha spazzato via la civiltà, causato l’estinzione di massa in tutto il mondo. Secondo molti autori, il gran numero di piramidi trovato in tutto il mondo è la prova definitiva che una antica civiltà estremamente potente e avanzata è esistita sulla Terra in un lontano passato. Questa antica civiltà si crede sia stata la “’civiltà madre” di tutte le culture antiche successive. Gli studiosi tradizionali, d’altra parte, rimangono convinti che tale civiltà non è mai esistita e che non c’è mai stata una civiltà avanzata prima della nostra.

William “Pila” Chiles è fermamente convinto che ci sia una piramide perduta alle Hawaii e punta allo studio condotto da Lee Ross, un ricercatore indipendente che crede che le isole si trovano in un cosiddetto “nodo della Griglia Planetaria”. Un punto molto importante da considerare è che molti credono che, proprio come le linee di Nazca, le Piramidi di Giza, il tempio di Angkor Wat, le Piramidi delle Hawaii sono stati costruiti in posizioni specifiche in tutto il mondo. L’idea proposta da Ross si basa unicamente sulla teoria della Griglia Planetaria, un disegno geometrico intelligente che suggerisce che il nostro pianeta e la sua energia sono organizzati in modo tale che le antiche culture costruivano siti megalitici in tutto il mondo sfruttando le energie naturali del pianeta. I teorici della Griglia Planetaria indicano che le linee della griglia sono una rete energetica naturale e organizzata, una fonte di energia gratuita e inesauribile, che alimentava l’antica tecnologia di grandi civiltà come Atlantide. È interessante notare che molti credono che questa tecnologia può essere recuperata di nuovo e usata in tempi moderni.

Non c’è dubbio che le culture antiche di tutto il mondo hanno dato estrema importanza ai simboli e segni, mezzo attraverso il quale le informazioni e la conoscenza sono stati codificati in tempi antichi. La geometria assume così una dimensione sacra, grazie alla quale la conoscenza è trasmessa alle nuove generazioni. Ma per alcuni esperti, la Geometria Sacra ha avuto anche la funzione di governare le forze invisibili della natura. Le antiche culture di tutto il mondo hanno facilmente manipolato l’energia invisibile del nostro pianeta. Queste antiche culture non erano così primitive come molti studiosi tradizionali suggeriscono, infatti, lo studio del passato remoto dell’umanità rivela come i nostri antenati erano in grado di combinare la scienza e la saggezza, l’intelligenza e la spiritualità, la tecnologia e la natura. La nostra civiltà moderna oggi è incapace di deviare dal nostro stile di vita e la cultura è costantemente in contraddizione con la scienza, la saggezza, l’intelligenza, la spiritualità, la tecnologia e la natura. I ricercatori hanno bisogno di fare un passo indietro e analizzare particolarmente lo sviluppo delle antiche civiltà in tutto il mondo, questo permetterà loro di capire come funzionavano antiche culture in armonia con le leggi del cosmo e le energie intorno a noi, e forse allora troveremo le risposte ai numerosi problemi che gli studiosi tradizionali si trovano ad affrontare quando si cerca di decifrare il passato della nostra specie.

Share
Precedente Un misterioso caso di reincarnazione: Dorothy Eady alias Omm Sety Successivo Gli Antichi Egizi avevano elettricità e batterie migliaia di anni fa