Crea sito

Scoperta su Marte altra cupola. Ipotesi catastrofe nucleare

Il Rover Opportunity della NASA ha scattato migliaia di immagini della superficie di Marte, in una di queste è chiaramente visibile una struttura a cupola. Questa non sarebbe la prima scoperta, dopo quella di alcuni mesi fa. Questa potrebbe essere una prova che Marte è stato abitato in un lontano passato? La strana cupola riflette anche la luce del sole, il che a detta di molti è un segno rivelatore della sua composizione metallica.

Cupola Marte
Cupola Marte

Negli ultimi mesi si è parlato molto a proposito del pianeta rosso, siamo arrivati a comprendere che, dopo tutto, Marte non è un tale pianeta inospitale e morto come ce lo hanno sempre dipinto. In effetti, negli ultimi due anni le numerose scoperte che sono state fatte sulla superficie del pianeta rosso ci hanno fatto capire che, in un lontano passato, Marte era stranamente simile alla Terra, con atmosfera respirabile per gli umani, oceani giganti che coprivano la sua superficie, fiumi, laghi, e la vita. Ma oltre ai numerosi dati scientifici che dimostrano quasi certamente che la vita aliena potrebbe essersi sviluppata su Marte nel passato, ci sono innumerevoli immagini della superficie del pianeta rosso, che hanno causato un tumulto di massa sulla Terra. Centinaia di immagini mostrano una superficie che sembra essere decorata da strutture artificiali in un paesaggio ormai arido. Ma esistono queste strutture? O sono gli effetti di Pareidolia, come alcuni scienziati NASA suggeriscono? E’ possibile che almeno una di queste strutture possa dimostrare il fatto che in un lontano passato una civiltà aliena potrebbe essersi sviluppata sulla superficie del pianeta rosso? Finora i ricercatori UFO e cacciatori di alieni in tutto il mondo hanno scoperto nelle immagini della NASA una enorme quantità di strutture anomale sul pianeta che suggeriscono che in un lontano passato una vita intelligente ha abitato il pianeta.

È interessante notare che anche alcuni scienziati si sono espressi su Marte e alcune caratteristiche peculiari sono state interpretate come segni di forme di vita intelligenti in via di sviluppo sul pianeta. Nel novembre del 2004, il fisico del plasma Dr. John Brandeburgo ha detto che è molto probabile che una civiltà aliena antica su Marte è stata spazzata via da una catastrofe nucleare. Secondo il Dr. Brandeburgo, ci sono numerosi indicatori che suggeriscono un massiccio attacco nucleare avvenuto in un lontano passato sul pianeta rosso. Il Dr. Brandeburgo sembra essere d’accordo con la maggior parte dei ricercatori UFO e cacciatori alieni sulla superficie del pianeta rosso. Anche se non è entrato nei dettagli circa le presunte razze aliene che un tempo abitavano il pianeta, il Dr. Brandeburgo punta a numerosi reperti sulla superficie del pianeta rosso che, dice, sono i resti di una società intelligente che un tempo abitavano il nostro vicino pianeta. Secondo il Dr. Brandeburgo, strati di sostanze radioattive, tra cui uranio, torio e potassio radioattivo, sono presenti sulla superficie di Marte e devono essere considerati come la prova definitiva per la sua teoria. Isotopi nucleari presenti nell’atmosfera apparentemente assomigliano a test di bomba all’idrogeno. Parlando della sua teoria, il Dr. Brandeburgo ha rivelato: “Abbiamo ora trovato prove di fusione  nucleare del vetro, la Trinitite (formata sulla Terra presso il sito di lancio di armi nucleari aria-burst) in due luoghi delle esplosioni ipotizzate, e questo sarà presentato in occasione della conferenza. Questo sostiene con forza la mia ipotesi di esplosioni nucleari in aria enormi. Finora nessuno scienziato ha offerto alcuna altra spiegazione per questa mole di dati”.

Tuttavia, se una tale catastrofe si è verificata sulla superficie di Marte, non dovremmo trovare strutture giganti? Bene è molto probabile che ci siano, ricerche sono ancora in corso per scoprire tali strutture, mentre alcune sono già state individuate. Secondo molte persone in tutto il mondo, è difficile credere che la vita è arrivata ad esistere solo sulla Terra e la prova di questo sono il numero di strutture individuate sul pianeta rosso: cupole, resti di edifici, resti di enormi statue, tutti chiari segni di disegno intelligente. Nessuno oramai crede più alla storiella della Pareidolia, su Marte ci sono delle prove reali di una antica e fiorente civiltà, forse distrutta da eventi cosmici o forse distrutta da una terribile guerra nucleare, un giorno ne sapremo di più.

 

Share