Il satellite Cavaliere Nero è stato abbattuto?

Un nuovo video online sostiene che il satellite Cavaliere Nero (Black Knight), il presunto satellite alieno in orbita alla Terra, sarebbe stato abbattuto. Un nuovo video è stato messo in onda su YouTube e mostrerebbe la distruzione del presunto satellite spia alieno Cavaliere Nero, probabilmente da parte della NASA.

Distruzione satellite Cavaliere Nero

Da anni la questione del satellite spia alieno è oggetto di dibattiti tra gli scettici e gli ufologi, chi dice che è semplice spazzatura spaziale e chi sostiene che si tratta di un osservatore alieno messo in orbita alla Terra 13.000 anni fa. Noi ne parlammo nel novembre 2015 (qui puoi leggere l’articolo). Dal 1950, questo oggetto enigmatico ha attirato l’interesse dei principali media di tutto il mondo, diventando uno dei più parlati oggetti spaziali situati intorno al nostro pianeta. Quando è stato scoperto ha causato un bel susseguirsi di notizie contrastanti. Gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica hanno mostrato particolare interesse in questo “oggetto spaziale non identificato”, insieme a molti appassionati di tutto il mondo, dalla Svezia in particolare. Uno di loro è un operatore della Ham Radio che a quanto pare aveva decodificato una serie di segnali ricevuti dal satellite ed interpretati come una mappa stellare centrata sulla stella Izar e che il satellite Cavaliere Nero è arrivato da questo sistema circa 13.000 anni fa .

Satellite Cavaliere Nero

L’interesse per il satellite Cavaliere Nero ha guadagnato popolarità quando il St. Louis Dispatch e il San Francisco Examiner hanno scritto su di esso in data 14 maggio 1954. Il Time Magazine ha scritto del satellite il 7 marzo 1960. Ecco cosa hanno detto a proposito. Secondo la rivista Time: “Tre settimane fa, i titoli hanno annunciato che gli Stati Uniti avevano rilevato un misterioso satellite nero su un’orbita regolare. C’era nervoso fermento pensando che potrebbe essere un satellite spia lanciato dai russi e ha portato una sensazione di disagio perchè gli Stati Uniti non sapevamo cosa stava succedendo sulla propria testa. Ma la scorsa settimana il Dipartimento della Difesa ha annunciato con orgoglio che il satellite era stato identificato. Era un relitto spaziale, i resti di un satellite dell’Air Force Discoverer che si era smarrito“. Inoltre, la rivista Aviation Week e Space Technology hanno pubblicato una storia che fece infuriare il Pentagono, dicendo che stavano cercando di occultare e mantenere segrete le informazioni. Che novità! Il breve articolo recitava: “La paura del Pentagono rispetto ai due satelliti precedentemente non osservati in orbita intorno alla Terra è dissipata con l’identificazione degli oggetti come satelliti naturali non artificiali, come dichiarato dal Dr. Lincoln LaPaz, esperto di corpi extraterrestri della University of New Mexico, a capo del progetto di identificazione. Un satellite è in orbita a circa 645 km, mentre l’altro è 965 km dalla Terra. Il Pentagono pensava in quel momento che i russi avevano battuto gli Stati Uniti per le esplorazioni spaziali“.

In realtà avevano scoperto un oggetto nero volteggiare in un’orbita inclinata a 79° rispetto all’equatore e con un periodo orbitale di 104,5 minuti. Si notò inoltre che aveva un’orbita molto strana, con un apogeo di 1.728 km e un perigeo di soli 216 km. Tuttavia, ci sono ancora molti dubbi per quanto riguarda l’oggetto. Molti scettici sostengono giustamente (?) che il satellite Cavaliere Nero non è altro che una coperta termica galleggiante nello spazio, molto probabilmente persa da una delle attività extraveicolare svolte, e che non v’è alcun segnale radio reale emesso da esso. A causa del maggiore interesse dei media oltre 5 decenni fa, le persone hanno ancora dubbi quando si parla del Cavaliere Nero. Data l’enorme quantità di dati che sono stati raccolti nel corso degli anni, è più probabile che le immagini visualizzate del satellite Cavaliere Nero tutte su Internet sono quelle di una copertura termica o la copertura del perno a spinotto della missione STS-88, perduta durante uno degli EVA. Nel 1960??? È interessante notare che Jerry Ross, uno degli astronauti più esperti della NASA, ha rivelato in un’intervista con il giornalista spaziale James Oberg, che crede che l’oggetto è in realtà una coperta termica che lasciò cadere durante una passeggiata nello spazio.

Ma sono molti che ancora non sono d’accordo, e un video recente che è apparso su Internet ha lo scopo di dimostrare che il satellite Cavaliere Nero (Black Knight) è reale o lo è stato, e che è stato recentemente abbattuto. L’utente YouTube che ha messo in onda il video è “SecureTeam 10” che spiega: “Il Cavaliere Nero era un velivolo alieno messo in orbita della Terra per monitorare l’umanità. Ha orbitato intorno la Terra per un periodo di 13.000 anni fino a quando non è stato abbattuto ieri”. Se è la verità, ci si chiede perché sia stato abbattuto e perché solo dopo molti anni dalla sua scoperta. E rimane sempre la solita domanda: la NASA sta nascondendo le prove dell’esistenza degli alieni?

Share
Precedente La mitica Arca di Noè era rotonda Successivo Nata bambina con tre gambe