Antiche civiltà popolavano la Terra più di 100000 anni fa

L’idea che avanzate antiche civiltà esistevano sulla Terra in un lontano passato ha catturato l’interesse di autori, storici e archeologi di tutto il mondo. Ogni tanto gli esperti fanno scoperte che cambiano completamente tutto ciò che sappiamo sulla storia e molte di queste scoperte portano ad un passato molto lontano: oltre 100.000 anni.

Antiche civiltà Africa

Per quanto certe scoperte vengano ignorate o classificate come bufale, che cosa succede se si scopre che, nel lontano passato, diciamo 100.000 anni fa, la Terra era abitata da avanzate antiche civiltà che erano completamente diverse da quello che siamo oggi noi? Che cosa succede se si conferma che la storia è completamente sbagliata? Eppure, molte scoperte controverse indicano la possibilità che centinaia di migliaia di anni fa civiltà avanzate popolavano il nostro pianeta. Che cosa sappiamo veramente della storia e del passato del genere umano? L’umanità è sul pianeta Terra solo da qualche migliaio di anni come i ricercatori tradizionali suggeriscono? Oppure è possibile che avanzate antiche civiltà abitavano il pianeta centinaia di migliaia di anni fa? Recentemente diverse scoperte sembrano indicare questa possibilità. Perché i ricercatori tradizionali hanno scelto di ignorare dettagli e indizi che puntano verso l’esistenza di antiche civiltà, che erano molto più grandi di quanto in precedenza creduto, è ancora un enigma per un molta gente. La prova di civiltà che hanno abitato il nostro pianeta prima della storia documentata può essere trovata in tutti gli angoli del mondo. In Egitto, Mesoamerica e Sumeria troviamo testi scritti che parlano di grandi civiltà, grandi governanti, e un “periodo d’oro” che è durato per migliaia di anni. Ma anche diverse tracce trovate dagli archeologi testimoniano questo fatto.

Facciamo un salto in Africa, là troveremo la prova di un importante insediamento antico che precede tutta la nostra storia, una civiltà intelligente che abitava l’Africa oltre 100.000 anni fa. A circa 150 km a ovest di Port Maputo troviamo i resti di una grande metropoli che misura, secondo gli studi iniziali, circa 1500 chilometri quadrati. Questa antica città è, secondo i ricercatori, parte di una comunità ancora più grande che si estendeva fino a circa 10.000 chilometri quadrati, si ritiene sia stata costruita tra 160.000 a 200.000 anni prima di Cristo. La geologia circostante è interessante per le numerose miniere d’oro situate nelle vicinanze. I ricercatori hanno pensato che una civiltà, in un lontano passato, avrebbe potuto vivere in quella parte del mondo sfruttando le miniere d’oro. Gli Anunnaki? Che le tavolette sumere raccontino una verità e non una leggenda?

Piramidi Amazonia

Spostandoci di continente, troviamo un’altra traccia di antiche civiltà perdute. Siamo in Amazzonia. È questa un’altra civiltà che precede gli Inca e i loro antenati? Nessuno avrebbe potuto immaginare che da qualche parte, nelle aree remote del Rio delle Amazzoni, sarebbe stata trovata una civiltà perduta. La rapida deforestazione in combinazione con Google Earth ha permesso la rilevazione di 210 geoglifi in 200 diversi luoghi, in una striscia di 250 chilometri per 10 chilometri in Amazzonia. Proprio come le linee di Nazca, gli incredibili disegni geometrici, zoomorfi e antropomorfi dell’Amazzonia possono essere veramente apprezzati solo dal cielo. Perché? Numerosi resti di quello che era, ovviamente, parte di una civiltà antica e finora sconosciuta sono apparsi sotto gli alberi della foresta pluviale amazzonica. Secondo i ricercatori, 260 enormi viali, canali di irrigazione, lunghe e recinti per il bestiame sono stati avvistati dal cielo. La scoperta è stata fatta in prossimità del confine tra la Bolivia e il Brasile.

Nelle giungle intricate e dense del Rio delle Amazzoni, ci sono numerosi misteri che, se svelati, probabilmente potrebbero aiutare a comprendere come le antiche civiltà hanno qui vissuto in un lontano passato. Qui si trovano tracce di una civiltà preistorica con delle piramidi! Che la forma piramidale fosse una prerogativa delle antiche civiltà oramai è assodato e queste piramidi confermano la planetarietà di queste costruzioni. Anche se molti ricercatori ritengono che le piramidi di Pantiacolla sono troncate sulla cresta e possono assumere la forma di piramidi naturali, ci sono molti altri ricercatori che credono fermamente che queste strutture sono state costruite nel lontano passato da una civiltà che è stata completamente ignorata dalla storia ufficiale. Le strutture piramidali misteriose sono state identificate tramite la fotografia satellitare numero C-S11-32W071-03 della NASA, scattata nel 1976. Le immagini hanno convinto numerosi ricercatori ad avventurarsi nella zona di Manu della densa foresta pluviale tropicale nel sud-est del Perù nella speranza di scoprire se queste strutture sono state in realtà costruite da una civiltà antica, perduta nel tempo.

La verità è che abbiamo una conoscenza molto approssimativa sulle origini della civiltà sul nostro pianeta. In uno studio pubblicato di recente, alcuni esperti hanno concluso che diverse e complesse  forme di vita possono essere esistite un tempo sulla Terra, prima della nostra specie. “Questa ricerca dimostra che vi era abbastanza ossigeno nell’ambiente per permettere alle cellule complesse di evolversi…”. Secondo gli scienziati, non siamo la prima forma di vita complessa sul pianeta Terra. In realtà, un’altra forma di vita complessa esisteva una volta, ma è scomparsa ad un certo punto durante la lunga storia del pianeta. Poi, dopo un po’, le forme di vita complesse riapparvero. Gli studiosi classici concordano sul fatto che dato la nostra conoscenza “corrente” della storia della Terra, la vita complessa è apparsa sul nostro pianeta almeno 1,75 miliardi di anni fa. Quindi, se la vita complessa avrebbe potuto esistere sulla Terra in un così lontano passato, perché è così improbabile che antiche civiltà siano fiorite sulla Terra anche 100.000 o più anni fa? Rimane il mistero perché e come sono improvvisamente scomparse nel nulla.

Share
Precedente Antica scultura raffigura cometa che colpì la Terra nel 10.950 a.C. Successivo Juventus il 6° titolo consecutivo a 3 punti