La Terra è composta da due pianeti

Secondo nuovi studi, la Terra primitiva si è fusa con un pianeta più piccolo, chiamato Theia, in seguito ad una collisione avvenuta 4,5 miliardi di anni fa. Gli scienziati ritengono che la Terra, come la conosciamo, sia in realtà composta da due pianeti che, in un lontano passato, si fusero a causa di una collisione frontale così violenta da provocare anche la formazione della nostra Luna.

Collisione tra pianeti
Collisione tra pianeti

Prima di questo studio, i ricercatori credevano che la nostra Luna fosse stata creata quando un pianeta più piccolo chiamato Theia sfiorò il nostro pianeta e si spaccò, il che portò a pezzi più piccoli (detriti) inviati nello spazio dove la gravità della Terra li catturò. Ma, se questa teoria fosse corretta, significherebbe che la composizione chimica della Luna è diversa dalla Terra poiché il nostro satellite sarebbe stato composto principalmente da frammenti di Theia. Tuttavia, dopo aver studiato i campioni di roccia lunare riportati dagli astronauti della missione Apollo, gli scienziati dell’Università della California hanno scoperto che gli isotopi di ossigeno lunari sono identici a quelli sulla Terra. Ciò suggerisce che la collisione avvenuta 4,5 miliardi di anni fa tra Theia e il nostro pianeta fu così violenta da far fondere i due pianeti formando un nuovo pianeta. Gli scienziati hanno analizzato sette rocce lunari che sono state portate sulla Terra dalle missioni Apollo 12, 15 e 17 e sei rocce vulcaniche del mantello terrestre, cinque dalle Hawaii e una dall’Arizona. Lo studio ha rivelato una firma chimica negli atomi di ossigeno che suggeriscono che il 99,9% dell’ossigeno del nostro pianeta è O-16, (perché ogni atomo ha otto protoni e otto neutroni). Ma gli scienziati hanno anche trovato piccole quantità di isotopi più pesanti di ossigeno, O-17, che ha un neutrone in più, e O-18, che ha due neutroni extra. Terra, Marte e altri corpi planetari nel nostro sistema solare hanno una relazione unica tra S-17 e S-16, ognuno con un segno distintivo.

Nel 2014 scienziati tedeschi riferirono sulla rivista Science che la nostra Luna ha il suo rapporto unico di isotopi di ossigeno che differiscono da quelli sulla Terra. Tuttavia, il nuovo studio ha scoperto che questo non è il caso, cambiando tutto ciò che sappiamo sul nostro pianeta primordiale e l’eventuale formazione della Luna. “Non vediamo alcuna differenza tra gli isotopi d’ossigeno della Terra e quelli della Luna, sono indistinguibili “, ha detto Edward Young, autore principale del nuovo studio e professore di geochimica e cosmochimica dell’UCLA. “Theia si è accuratamente mescolata sia sulla Terra che sulla Luna, ed è dispersa uniformemente tra di loro. “Questo spiega perché non vediamo una firma diversa di Theia nella Luna rispetto al nostro pianeta”. Gli scienziati ritengono che la collisione tra Theia e la Terra sia avvenuta all’incirca cento milioni di anni dopo la formazione del nostro pianeta. Theia, il pianeta che entrò in collisione con la Terra primitiva, non sopravvisse all’enorme impatto, ma i suoi resti costituiscono gran parte del nostro pianeta e della nostra Luna. Secondo il prof Young, Theia era ruvida delle stesse dimensioni della Terra, mentre altri esperti ritengono che avrebbe potuto avere dimensioni simili a quelle di Marte. La nuova ricerca è stata pubblicata sulla rivista Science .

Share
Precedente Il vulcano Etna sta lentamente scivolando in mare Successivo Reincarnazione: bufala o incredibile realtà?