Il mistero della Pedra da Gávea a Rio de Janeiro

La Pedra da Gávea è una montagna situata tra i quartieri di Tijuca e São Conrado nella città di Rio de Janeiro che intriga ancora oggi storici e archeologi. Con un’altezza di quasi 900 metri è forse la montagna più intrigante del Brasile. La Pedra assomiglia al volto di un gigante, dove ci sono incise iscrizioni che molto difficilmente potrebbero essere modellate da forze naturali.

Pedra da Gávea
Pedra da Gávea

Non c’è ancora alcuna prova su chi ha inciso quelle iscrizioni o perché, e proprio come la Pedra di Ingá, la Pedra da Gávea entra nella lista dei luoghi più misteriosi del Brasile. Le prime ricerche nella regione risalgono al periodo di Don Pedro I e sono diventate costanti solo verso la metà del secolo scorso. Molti credono che la Pedra da Gávea sia in realtà la tomba di un re fenicio e diversi scavi hanno cercato di dimostrarlo ma senza successo. Nel 1972, gli scalatori del Team Neblina scalarono lo “Scarab Breakwater”, il muro sul lato est della testa, su di una parete liscia e perfettamente verticale su uno strapiombo di 840 metri, dove esiste una iscrizione cuneiforme dai caratteri alti 3 metri a circa 30 metri sotto la sommità della testa, un luogo molto difficile da raggiungere. Chi e come i suoi autori siano riusciti ad inciderla lassù è un mistero su cui non si può far luce nemmeno con pallide ipotesi. Si suppone solo siano iscrizioni fenicie, che, sebbene Rio de Janeiro abbia un alto tasso annuale di precipitazioni, sono ancora quasi intatte.

Ricostruzione testa
Ricostruzione testa

Alcuni altri fatti che hanno portato a molte storie sulla roccia:

  • L’aspetto della testa grande con due occhi (non troppo profondi e senza comunicazione tra loro) e le orecchie, e la posizione di un naso;
  • Le enormi pietre sulla sommità della testa che assomigliano a una sorta di corona o elmo;
  • Un’enorme cavità a forma di portale nella parte nord-orientale della testa alta 15 metri, larga 7 metri e profonda 2 metri;
  • Un osservatorio nel sud-est come un dolmen, contenente alcune incisioni;
  • Un punto culminante come una piccola piramide costituita da un singolo blocco di pietra in cima alla testa;
  • Le famose e controverse iscrizioni sul lato della roccia;
  • Alcune altre piccole iscrizioni presenti situati in cima alla montagna somigliano a serpenti, raggi di sole e simili;

Roldão Pires Brandão, presidente dell’Associazione Brasiliana di Speleologia e della Ricerca Archeologica a Rio e uno dei molti fan della Pedra ha dichiarato: “Si tratta di una sfinge incisa nel granito dai Fenici, che ha il volto di un uomo e il corpo di un animale sdraiato. La coda deve essere caduta a causa dell’azione del tempo, come pure il presunto naso. La Pedra da Gávea, vista da lontano, ha la grandezza dei monumenti faraonici e appare in uno dei suoi lati, il volto severo di un patriarca”. È ormai noto come un fatto storico documentato che intorno al 856 a.C. Badezir ha preso il posto del padre sul trono di Tyro in Fenicia (l’attuale Libano). Si presume che la Pedra sia la tomba di questo re. L’iscrizione sembra essere questa: LAABHTEJBARRIZDABNAISINEOFRUZT, che letta al contrario diventa: TZUR FOENISIAN BADZIR RAB JETHBAAL, che potrebbe significare: TIRO, FENÍCIA, BADEZIR PRIMOGÊNITO DI JETHBAAL.

Pedra da Gávea iscrizione
Pedra da Gávea iscrizione

Supposizioni? Fantasie? Misteri della natura? Un altro intrigante fatto sarebbe legato alla Pedra da Gávea. Shambala sarebbe la capitale di Agharta, un vasto impero sotterraneo che, secondo i suoi sostenitori, ha milioni di persone in diverse città sotterranee in tutto il pianeta. Alcuni fan sostengono che questo mondo sotterraneo ha molti accessi segreti, uno in particolare nella parte inferiore della piramide di Cheope nella Pianura di Giza In Egitto. Secondo le stesse persone, ci sono tre “portali” per accedere al mondo di Agharta in Brasile: Sette Città del Piauì, Serra do Roncador (nella Serra Azzurra, Barra do Garças, MT) e un altro a Pedra da Gávea (RJ).

Share
Precedente Scoperto Farout, il più lontano pianeta del sistema solare Successivo Le previsioni di Nostradamus per il 2019

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.