Confermata esistenza del pianeta Nibiru?

Nibiru potrebbe essere stato scoperto anni fa a più di 50 miliardi di km di distanza dal Sole, ma la notizia sarebbe stata coperta dalla NASA e non divulgata secondo le accuse fatte in un documentario dai cospirazionisti. Nibiru o Pianeta X è un pianeta di cui si suppone l’esistenza ma del quale non si hanno riscontri ufficiali.

Nibiru
Nibiru

Lo scrittore e studioso Zecharia Sitchin nella sua personale traduzione delle tavolette sumere, ha dedotto l’esistenza di un grande pianeta errante, Nibiru appunto, che con una enorme orbita di circa 3600 anni interseca il sistema solare e che milioni di anni fa ha provocato uno sconquasso tra i pianeti durante un suo passaggio. Gli Anunnaki, gli abitanti di questo pianeta, sarebbero discesi sulla Terra e sarebbero i responsabili della creazione del genere umano e della civiltà. Secondo chi crede all’esistenza di questo enorme pianeta, Pianeta X o Nibiru, ci sarà un disastroso incontro con la Terra in futuro e questo dovrebbe verificarsi all’inizio del XXI secolo.

Le disastrose previsioni di questo scontro planetario si sono succedute negli anni, tuttavia, è stato un evento nel 1984 a scatenare i sostenitori della cospirazione con  un nuovo documentario. La serie di Amazon Prime 2017 “Nibiru: Return of the Gods” ha descritto in dettaglio come un articolo sul “Pianeta X” del New York Times abbia provocato frenesia. Il pezzo, apparso in prima pagina, ha rivelato come gli astronomi statunitensi hanno scoperto quello che credevano essere un altro pianeta dopo aver rilevato il calore in un sistema solare distante. Un estratto diceva: “Nelle osservazioni con un telescopio a infrarossi, hanno trovato un enorme oggetto gassoso che orbita attorno a una stella debole e distante nella costellazione dell’Ofiuco. Credevano l’oggetto fosse nove decimi delle dimensioni di Giove, con una temperatura superficiale di 1.000C. Alcuni altri astronomi, tuttavia, hanno detto che l’oggetto era troppo caldo e massiccio per essere chiamato pianeta nel solito senso”. Otto anni dopo la NASA ha confermato di aver scoperto un nuovo corpo celeste nello spazio, ma ha rivelato che non era un pianeta. Un’ulteriore analisi ha dettagliato che si trattava di un “cirro interstellare”, una struttura incandescente che emetteva luce infrarossa.

Nel 1991, il dottor Robert Harrington, astronomo capo per l’Osservatorio Navale e co-scopritore di Caronte (satellite di Plutone), ha rilevato la traccia di uno strano oggetto nel sistema solare, presumibilmente un grosso pianeta, scatenando le voci di un pianeta distruttivo, Nibiru. Il dott. Robert Harrington ha calcolato che il Pianeta X o Nibiru si troverebbe a circa tre volte la distanza di Nettuno dal  Sole (4,485 miliardi di km x 3) e che la sua orbita sarebbe estremamente eccentrica e stranamente fortemente attratta dall’azione gravitazionale terrestre. Il dottor Harrington morì due anni dopo questa scoperta, peraltro non confermata, e questo ha indotto i cospirazionisti a supporre un’operazione di occultamento della scoperta da parte della NASA. Sappiamo che l’ente spaziale americano mette in atto queste azioni, vedi Luna e Marte, quindi non ci sorprenderebbe questo altro occultamento, magari sono solo illazioni, ma…

Che esista o meno il Pianeta X o Nibiru non è dato sapere, ma viste le recenti scoperte di oggetti molto distanti da noi non è da escludere. Lo spazio è immenso e fornisce sempre sorprese, le nostre leggi fisiche e le nostre conoscenze scientifiche sono molto limitate e rischiano sempre di essere messe in discussione da oggetti spaziali ed eventi che mano a mano le nostre sonde interplanetarie ed i nostri telescopi spaziali scoprono. Il futuro si sta approssimando a grandi passi e Star Trek sembra sempre più attuale e arriveremo “là dove l’uomo non è mai giunto prima”.

Share
Precedente Rilevati altri FRB (lampi radio veloci): ET chiama? Successivo Scoperto un insolito ed unico sistema stellare binario