Luoghi proibiti impossibili da visitare

Oggi sembra difficile pensare che ci possa essere qualche luogo nel pianeta impossibile da visitare, eppure esistono luoghi proibiti dove non si può accedere. Una manciata di punti in tutto il mondo è completamente vietata ai viaggiatori esterni. Isole pittoresche brulicanti di vipere, segreti extraterrestri, misteri bloccati dalla religione, fauna selvatica e intere società che non hanno mai avuto contatto con il mondo esterno. Curiosi? Eccone alcuni.

Snake Island
Snake Island

Luoghi proibiti: Ilha da Queimada Granda (o Snake Island), Brasile.

A circa 172 km dalla costa di San Paolo, in Brasile, si trova la Ilha da Queimada Granda, anche conosciuta come Snake Island. Il nome è dovuto al fatto che ci sono sull’isola da 1 a 5 serpenti ogni 3 metri quadrati. Se aggiungiamo anche che sono i terribili serpenti lancehead dorati (ferro di lancia), un crotalo velenosissimo, noti per il loro veleno che letteralmente disintegra la carne intorno ai loro morsi, capiamo perché l’isola è off-limits. Voi vorreste andarci?

Area 51
Area 51

Luoghi proibiti: Area 51, Stati Uniti.

La famosa Area 51, dove i teorici della cospirazione pensano ci siano nascosti segreti relativi ad UFO ed extraterrestri, è una base militare (non più segreta) americana situata nel deserto del Nevada. Qui sarebbero stati portati i resti dell’UFO precipitato a Roswell nel 1947 insieme al pilota extraterrestre. Questo luogo è assolutamente off-limits e zona militare protetta tra l’altro anche da mine ed altre difese che sconsigliano i non autorizzati ad avvicinarsi a questo luogo.

North Sentinel Island
North Sentinel Island

Luoghi proibiti: North Sentinel Island, India.

Sulla North Sentinel Island, una piccola isola dell’ arcipelago delle Andamane nel Golfo del Bengala, i nativi sono stati a lungo contrari alle influenze del mondo moderno. In effetti, i Sentinelesi che vivono sull’isola rifiutano la comunicazione con qualsiasi estraneo e sono disposti a diventare violenti per proteggere il loro isolamento. Dopo lo tsunami del 2004, quando la Guardia costiera indiana effettuò una missione di ricognizione sull’isola, gli indigeni sarebbero emersi dalle foreste per sparare frecce all’elicottero che non atterrò. I Sentinelesi hanno vissuto sull’isola per circa 60.000 anni, e con la protezione del governo indiano, che proibisce i visitatori di qualsiasi tipo, ha resistito con successo ad antropologi, autorità e turisti.

Grande Santuario di Ise
Grande Santuario di Ise

Luoghi proibiti: Grande Santuario di Ise, Giappone.

Il Giappone ha una cultura del sacrario. Si stima che in Giappone vi siano oltre 80.000 santuari. Ma il più importante è il Grande Santuario di Ise, un tempio intricato che sembra essere uno dei più costosi del paese a causa dei dettagli della sua architettura. Il santuario viene ricostruito ogni 20 anni (a un prezzo da un milione di dollari), al fine di simboleggiare la tradizione shintoista della morte e il rinnovamento della natura. L’iterazione corrente è stata costruita nel 2013. Il luogo è assolutamente proibito ai visitatori, solo ai membri della famiglia reale giapponese è concesso accedervi.

Heard Island
Heard Island

Luoghi proibiti: Heard Island, Australia.

Una delle isole più remote al mondo, Heard Island, appartiene tecnicamente all’Australia ma può essere trovata da qualche parte tra il Madagascar e l’Antartide. L’isola è conosciuta per i suoi due vulcani attivi, ma per la maggior parte è completamente ricoperta di ghiaccio. Gli esclusivi abitanti dell’isola sono foche, uccelli e quattro tipi di pinguini. Gli umani non sono autorizzati ad accedervi, e anche gli sbarchi nelle vicine isole McDonald sono consentiti esclusivamente per “convincenti ragioni scientifiche”.

Guerrieri di terracotta
Guerrieri di terracotta

Luoghi proibiti: Tomba di Qin Shi Huang, Cina.

I guerrieri di terracotta a Xi’an in Cina è stata una delle scoperte più importanti di tutti i tempi. Migliaia di statue uniche e realistiche che raffigurano antichi guerrieri cinesi riempivano caverne sotterranee del complesso funerario del primo imperatore cinese, Qin Shi Huang. Ma mentre il sito è una delle attrazioni turistiche più importanti della Cina, la tomba stessa rimane ancora un mistero custodito. La tomba rimarrà probabilmente sigillata per il prossimo futuro poiché si dice che ci siano trappole esplosive che la proteggono dagli invasori. C’è anche un’alta concentrazione di mercurio all’interno della tomba che sarebbe letale per chiunque entrasse senza le dovute precauzioni. L’unico sguardo che abbiamo in questo tesoro sono i 2.000 guerrieri che sono esposti al pubblico. Tuttavia, si dice che altri 6.000 rimangono all’interno della tomba, insieme a una miriade di altri tesori.

Chiesa di Nostra Signora Maria di Sion
Chiesa di Nostra Signora Maria di Sion

Luoghi proibiti: Chiesa di Nostra Signora Maria di Sion, Etiopia.

Sebbene alcuni studiosi abbiano seri dubbi, questa chiesa è presumibilmente l’ ultimo luogo di riposo dell’Arca dell’Alleanza, conosciuta anche come il contenitore che ospita i Dieci Comandamenti. Secondo la leggenda qui è custodita questa biblica reliquia che nessuno ha mai potuto vedere. E c’è solo una unica persona autorizzata a vedere l’Arca: un monaco guardiano speciale unto dal suo predecessore, così da secoli. La chiesa risale al 4° secolo d.C. e il parco comprende anche i resti di Tekle Giyorgis I, l’ex imperatore d’Etiopia.

Svalbard Global Seed Vault
Svalbard Global Seed Vault

Luoghi proibiti: Svalbard Global Seed Vault, Norvegia.

Situato nella remota isola di Spitsbergen, Svalbard Global Seed Vault è un deposito. Questo deposito sotterraneo di semi è stato accuratamente costruito a 122 metri su una montagna. Il complesso ospita circa 840.000 campioni di 4.000 diverse specie di semi provenienti da tutto il mondo. La banca opera come una cassetta di sicurezza, consentendo ai governi di lasciare campioni di sementi per la custodia in caso di un evento globale o regionale che spazzerebbe via le principali forniture di cibo. Vi sono ammessi solo “depositanti” ufficiali all’interno di ciò che viene descritto come “l’ultimo backup”.

Robins Island
Robins Island

Luoghi proibiti: Robins Island, Stati Uniti.

Robins Island è un’isola privata di 435 acri al largo di New Suffolk, New York. L’isola è stata oggetto di controversie nel corso della sua storia. I trasferimenti di proprietà nel corso degli anni l’hanno portata a diventare una riserva naturale e un santuario, creato dall’attuale proprietario Louis Bacon. È anche sede di una delle più grandi popolazioni di tartarughe nello stato. A parte il signor Bacon e le tartarughe, tuttavia, l’isola è vietata al pubblico. Il signor Bacon ha speso un bel po’ di soldi per ricostruire l’ecosistema e crede i visitatori porterebbero alla distruzione di ciò che ha cercato di costruire.

Mount Weather Emergency Operations Center
Mount Weather Emergency Operations Center

Luoghi proibiti: Mount Weather Emergency Operations Center, Stati Uniti.

Non per essere allarmista, ma cosa hai programmato in caso di un’apocalisse? Washington DC è certamente preparata. Mount Weather Emergency Center Center in Virginia è progettato per essere il posto più sicuro al mondo in caso di distruzione globale, è il piano di fuga per i funzionari del governo degli Stati Uniti. Costruito durante la Guerra Fredda e ora gestito dalla FEMA, il centro è stato progettato per proteggere non solo i membri del governo americano ma anche i tesori della nazione, come l’arte della National Gallery. Senza il lucido sigillo di approvazione del governo degli Stati Uniti, questo rifugio antiatomico è rigorosamente off-limits.

Fort Knox
Fort Knox

Luoghi proibiti: Fort Knox, Stati Uniti.

Fort Knox è una super protetta base militare americana situata nello stato del Kentucky. ha servito molti scopi nel corso della storia, ma oggi è conosciuta come il depositi dell’oro degli Stati Uniti. Il forte è stato aperto una volta per i media e il Congresso nel 1974, e mai più da allora. Gli ostacoli che dovresti superare per mettere le mani sull’oro d’America includono campi minati, filo spinato, recinzioni elettriche, guardie armate e macchine fotografiche ed anche gli elicotteri Apache.

Zona Esclusione Chernobyl
Zona Esclusione Chernobyl

Luoghi proibiti: Zona di esclusione di Chernobyl, Ucraina.

Trent’anni fa si verificò l’esplosione del reattore nucleare numero 4 della centrale di Chernobyl inviando nuvole radioattive nell’aria. Le evacuazioni iniziarono immediatamente, ma quando l’entità del danno divenne chiara, i funzionari militari sovietici dichiararono una zona di esclusione entro un raggio di circa 30 km dalla centrale, trasformando la città in una vera e propria città fantasma. Oggi gran parte della zona rimane ancora completamente off-limits. I turisti possono ottenere un permesso speciale per andarci, ma è quasi impossibile farlo visto il livello di radiazioni che è ancora altamente pericoloso.

Share
Precedente Gli esseri umani si sono de-evoluti col tempo? Successivo Un incredibile braccialetto di 40 mila anni fa