La misteriosa morte di tre astronauti

Probabilmente qualcuno ricorda la morte di tre astronauti avvenuta nel 1967, ma questa storia venuta fuori di recente è sorprendentemente poco conosciuta. Molti, americani e persone di altri paesi, non ne hanno mai sentito parlare e questo indicherebbe i tentativi delle autorità americane di cancellare l’incidente dalla storia. Secondo i teorici della cospirazione i tre astronauti vennero deliberatamente assassinati mascherando l’omicidio come fatale incidente.

Astronauti Apollo 1
Astronauti Apollo 1

Il primo volo con equipaggio del programma Apollo avvenne nell’ottobre del 1968 sulla nave Apollo 7. Ma inizialmente, questo volo doveva aver luogo un anno prima, nel febbraio 1967, sulla nave Apollo 1. Durante i test di preparazione per il lancio, un improvviso incendio si è verificato nel modulo della navicella e tutti e tre gli astronauti perirono prima soffocati e poi bruciati. I loro nomi erano Virgill Grissom, Edward Higgins White e Roger Chaffee, era il 27 gennaio 1967. Due anni dopo questo incidente, l’equipaggio dell’Apollo 11 con gli astronauti Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins arrivò sulla Luna. Ancora oggi però in molti non credono che gli americani siano arrivati sulla Luna e che la NASA aveva stabilito la messinscena già dalla prima missione. Quindi, secondo i teorici della cospirazione, ancora nella fase di preparazione per il volo dell’Apollo 1 il suo equipaggio era stato informato che in realtà non ci sarebbe stata nessuna missione lunare, come poi fu con l’intera missione con lo sbarco dell’equipaggio dell’Apollo 11 sulla Luna avvenuta in studi televisivi sulla Terra.

Grissom, White e Chaffee ci rimasero davvero male, si sono sentiti ingannati e forse addirittura si sono lasciati sfuggire che lo avrebbero raccontato a qualcuno. E così è stato deciso di rimuovere il problema provocando un incendio a bordo della navicella. Uccisi per non rivelare la verità? La credibilità di questa versione dei fatti aggiunge altri dettagli, che subito dopo l’incendio altri 10 dipendenti del programma Apollo sono morti in circostanze strane, come incendi e incidenti automobilistici. Una di queste vittime era Thomas Byron, ufficiale alla sicurezza Apollo, morto in un incidente automobilistico nell’aprile del 1967, 2 mesi dopo la morte di tre astronauti. Era vicino a casa sua in macchina con la moglie e la figliastra, quando un treno che scendeva dai binari li ha colpiti e li ha uccisi tutti e tre all’istante. E solo una settimana prima della sua morte, Byron era stato convocato al Congresso dove era stato interrogato sull’incidente di Apollo 1. È noto che Byron aveva preparato personalmente un ampio rapporto su come è stato organizzato il modulo bruciato e sulle altre apparecchiature della NASA a bordo, ma non è noto come questo rapporto sia stato utilizzato. È possibile che Byron abbia scoperto che era avvenuto un omicidio intenzionale degli astronauti e che per questo sia stato eliminato anche lui?

Ciò che è davvero piuttosto strano è che la causa di quel terribile incendio nel modulo Apollo 1 non è mai stata trovata.  Ci sono solo versioni di una scintilla o cortocircuito casuale nel cablaggio, ma la commissione ufficiale non ha potuto confermare o negare queste versioni. La morte degli astronauti è stata quasi istantanea, hanno soffocato e bruciato a morte in soli 14 secondi. Morte umana, quasi eutanasia. I parenti di Grissom sono stati sempre insoddisfatti dei risultati dell’indagine della NASA e sono ancora convinti che ci sia qualcosa di sporco. “Penso che ci sia stato un atto di sabotaggio, il pensiero su di esso è entrato nella mia testa”, dice Scott Grissom, figlio dell’astronauta defunto. “Ciò che è stato scoperto come risultato dell’indagine era molto simile a qualcosa organizzato con la partecipazione della CIA o di qualcun altro. Sono sicuro che è stato un delitto intenzionale “, la vedova di Grissom, Betty, fece eco a suo figlio. Molti teorici della cospirazione credono che sia stato Grissom che voleva dire al mondo intero che la NASA stava organizzando un falso sbarco sulla Luna.

Sono solo teorie cospirazionistiche oppure è una delle tante verità sepolte? Certo che fra menzogne ed insabbiamenti la NASA si è fatta una cattiva reputazione e questo basta ed autorizza ad ipotizzare anche nefandezze come l’omicidio degli astronauti di Apollo 1. Naturalmente tutto tace, apparentemente…

Share
Precedente Invia il tuo nome su Marte con Mars2020 Successivo Bambini geneticamente modificati