Gli sconcertanti misteri delle isole

Le isole sono luoghi mozzafiato situate negli oceani di tutto il mondo, sono i sogni di vacanze esotiche, ma nascondono anche sconcertanti misteri irrisolti. Vi proponiamo alcune delle isole, alcune conosciute, altre meno, che sono state testimoni di strani incidenti e sconcertanti misteri ancora oggi irrisolti.

Sconcertanti misteri: Tenerife, viaggio nel tempo o solo una storia raccapricciante?

Sconcertanti misteri: Barranco de Badajoz Tenerife
Barranco de Badajoz Tenerife

Sull’isola di Tenerife si trova il Barranco de Badajoz, un burrone dove sono state trovate diverse mummie di Guanches, l’antico popolo abitante delle Isole Canarie prima dell’avvento dei Conquistadores, rendendolo un sito importante di ricerca archeologica. Ad oscurare il suo significato storico, tuttavia, ci sono le numerose notizie di attività strane e paranormali. Alcuni visitatori del burrone hanno sostenuto che in alcuni punti, il tempo sembra fermarsi quando cala la notte e gli orologi smettono di funzionare. Altri hanno riferito di aver visto luci inspiegabili svolazzare sopra e attraverso il burrone, mentre alcuni sostenevano di aver visto esseri angelici alti vestiti di bianco. Una delle storie più ripetute è quella sulla ragazza che ha visitato il burrone in cerca di frutta e poi è semplicemente scomparsa, apparentemente nel nulla. Le ricerche non hanno trovato nulla per rivelare il suo destino e sono state infine interrotte. Vent’anni dopo la ragazza riapparve semplicemente, come se non fosse invecchiata di un giorno dalla sua misteriosa scomparsa due decenni prima. Disse alla gente del posto che era andata via solo per poche ore e rimase scioccata nel sapere che erano passati vent’anni. Queste storie hanno fatto il giro del mondo talmente dettagliate che Barranco de Badajoz è ora considerato alla pari, in termini di fattore di brivido, con il Triangolo Bridgewater in Massachusetts, sede pare di fenomeni paranormali. La gente vede davvero altre dimensioni e luoghi durante la visita al burrone? O sono tutte solo storie spaventose progettate per attirare l’attenzione dei turisti?

Sconcertanti misteri: Hawaii, scomparsa dal paradiso.

Sconcertanti misteri: Diane Suzuki Hawaii
Diane Suzuki Hawaii

Ci sono un sacco di storie inquietanti che circondano il paradiso idilliaco delle isole Hawaii, tra cui i raccapriccianti Night Marchers, il fantasma della donna in abito rosso e lo Spirito Soffocante di Waikiki. Tuttavia, sono i misteri irrisolti della vita reale che mandano veramente un brivido lungo la schiena. In questo caso, è la tragica storia di Diane Suzuki. Diane Suzuki, diciannovenne, era un’istruttrice di danza che viveva ad Halawa, lavorava alla Rosalie Woodson Dance Academy e usciva con Lester Gantan. Diane stava progettando un viaggio sulla costa nord di Oahu dopo il lavoro sabato 6 luglio 1985. La sua ultima lezione terminò alle 15:00 e alle 15:15 un amico arrivò all’accademia per andarla a prendere. Diane non si trovava da nessuna parte. La sua macchina era ancora dove l’aveva parcheggiata quella mattina e le chiavi e la borsa erano all’interno. Dopo che i suoi genitori furono informati della scomparsa della figlia, si accamparono fuori dall’accademia con la loro auto sperando che la ragazza si presentasse. Durante questo periodo, videro un uomo di nome Dewey Hamasaki, così come suo padre e sua sorella, che trasportavano un baule e lo riponevano in un veicolo. Dewey era noto per aver avuto una cotta per Diane e ha lavorato come fotografo presso l’accademia. Era presente quando la ragazza ha dato la sua ultima lezione. Dewey è stato interrogato e la palude intorno a casa sua perquisita. La mancanza di prove lo ha portato a non essere mai arrestato o accusato. Cinque anni e mezzo dopo, vestiti simili a quelli che Diane indossava il giorno in cui scomparve, furono trovati in un allevamento di maiali di proprietà del padre di Dewey. Dopo questa scoperta, i sospetti (Dewey, suo padre e sua sorella) e circa 100 testimoni sono stati portati davanti a un gran giurì, ma ancora la corte ha rifiutato di sporgere denuncia. I resti di Diane Suzuki non sono mai stati trovati. Sua madre morì nel 1997 senza mai scoprire la verità sulla scomparsa di sua figlia.

Sconcertanti misteri: Baffin Island, pantaloni marini.

Sconcertanti misteri: Baffin Island
Baffin Island

Nel 2017, una foto di una massiccia formazione rocciosa nell’Artico canadese ha attirato ogni sorta di attenzione in quanto assomiglia a un paio di pantaloni giganti. La roccia è stata fotografata da un cacciatore, Max Kalluk, circa 90 chilometri a sud della comunità Arctic Bay. È raggiungibile in barca solo durante l’estate e si stima che sia alta più di 50 metri. La formazione, o arco marino, si affaccia sulle acque di Arctic Bay e la comunità locale del Nunavut l’hanno chiamata Qarlinngua, che significa “come pantaloni” in Inuktitut. L’arco sembra così irreale che la maggior parte delle persone che hanno visto la sua fotografia ha creduto fosse una Photoshopped. Quattro geologi canadesi hanno esaminato la foto dell’arco marino e concordano sul fatto di non aver mai visto una tale formazione nell’Artico prima d’ora. Ma dopo che un consulente informativo presso l’Unikkaarvik Visitor Centre ha contattato le sue fonti, è stata in grado di verificare che l’arco esiste. Alcuni credono che sia un monumento sacro e diverse aziende turistiche erano entusiasti di promuoverlo ai loro clienti. Resta però sconcertante il fatto come questa struttura sia rimasta nascosta al mondo per così tanto tempo, considerando che una società turistica ha poi dichiarato di aver portato gruppi di turisti nella zona nell’arco negli ultimi tre anni.

Sconcertanti misteri: Spinalonga, una strana rapina.

Sconcertanti misteri: Spinalonga
Spinalonga

Spinalonga, ex colonia della Repubblica di Venezia, è un’isola disabitata nel Golfo di Elounda in Grecia. È conosciuta per essere stata una delle ultime colonie di lebbrosi in Europa dopo che l’ultimo abitante l’ha abbandonata nel 1962. Oggi è una popolare attrazione turistica a causa della sua antica fortezza e spiagge di acque poco profonde. L’unico modo per raggiungere l’isola è in barca, ed è esattamente quello che ladri non identificati hanno fatto nel 2018. Sono arrivati sull’isola di notte ed hanno rubato circa 50.000 euro dalla cassaforte situata nella stanza delle guardie. Le indagini hanno rivelato che i ladri hanno usato utensili elettrici per penetrare nella cassaforte. L’isola non ha quindi alcun sistema di allarme, e poiché non ci sono opzioni di alloggio, le guardie di sicurezza partono alle 18:30 ogni giorno. Ad oggi, i ladri non sono stati identificati, ma ci si chiede come e perché siano stati lasciati incustoditi tutti quei soldi e come facevano i ladri a sapere della loro esistenza

Sconcertanti misteri: Isola di Flores, gli Hobbit.

Sconcertanti misteri: Isola di Flores
Isola di Flores

Nel 2003 fossili di Homo Floresiensis sono stati scoperti sull’isola di Flores, Indonesia. I fossili erano così piccoli, che furono soprannominati “gli hobbit” dell’isola di Flores. La scoperta accese immediatamente polemiche e dibattiti sul fatto che i fossili fossero i resti di un ramo sconosciuto dei primi esseri umani o piuttosto degli esseri umani moderni devastati dalla malattia. Nella vita questi esseri erano alti meno di 122 cm e il loro cervello era un terzo delle dimensioni degli esseri umani moderni. Nonostante questo, tuttavia, mangiavano carne, percorsero migliaia di chilometri attraverso l’oceano per rendere l’isola la loro casa e lavorarono con utensili in pietra fatti in casa. Si ritiene che possano aver incontrato la nostra specie se esistevano fino a 50.000 anni fa, considerando che si pensa che gli Homo Sapiens abbiano raggiunto l’Australia circa 65.000 anni fa. L’origine degli “hobbit” rimane tuttavia sconosciuta, così come il loro destino. È ancora da determinare dove esattamente si inseriscono nell’albero genealogico evolutivo e cosa ha causato la loro scomparsa.

Sconcertanti misteri: Isola di Santa Cruz, la scatola misteriosa.

Sconcertanti misteri: Isola di Santa Cruz
Isola di Santa Cruz

Il dottor Carey Q. Stanton non si sposò mai e alla fine lasciò New York per vivere nel ranch di famiglia a Santa Cruz Island nel 1957. Era un po’ eccentrico e nelle rare occasioni in cui aveva visitatori al ranch seguiva un programma rigido e si aspettava che anche i suoi ospiti vi aderissero. La cena sarebbe stata servita alle 19:30, caffè e biscotti alle 20:30 e lui si ritirava prontamente a letto alle 21:00. Stanton morì l’8 dicembre 1987 e fu sepolto nel cimitero privato dell’isola. Nel suo testamento ha dichiarato di lasciare il ranch alla Nature Conservancy che avrebbe supervisionato le attività sull’isola. Nell’aprile 1990, una scatola di metallo è stata scoperta in un capannone nel ranch. All’interno c’erano resti umani gravemente decomposti, fondamentalmente solo un mucchio di cenere. Accanto ai resti c’erano serie di denti falsi risalenti agli anni ’50, un fissaggio di abbigliamento risalente agli anni ’40 e un anello tempestato di diamanti risalente a prima della seconda guerra mondiale. I test sono stati fatti sui frammenti di osso trovati, ed è stato stabilito che i resti appartenevano a una donna anziana che molto probabilmente morì poco dopo la guerra. Mentre Stanton non è mai considerato responsabile della morte della donna, non è ancora chiaro perché i suoi resti erano in una scatola di metallo nel ranch. Inoltre la donna non è mai stata identificata.

Share
Precedente Il polo nord magnetico terrestre si sposta dal Canada alla Russia Successivo I miliardari acquistano terreni lontano dalle coste